le notizie che fanno testo, dal 2010

Twitter: venti miliardi di tweet e non sentirli

Venti miliardi di tweet, di cinquettii in quattro anni, questo è il grandissimo successo festeggiato da Twitter, la piattaforma di microblogging più famosa al mondo. Il ventimiliardesimo tweet è stato spedito da un designer di Tokio che ora è diventato famoso.

Cinguetta cinguetta e Twitter, la piattaforma di mocroblogging, dove è possibile digitare i propri pensieri e renderli pubblici in un "tweet" (to tweet significa "cinguettare" in inglese) festeggia i 20 miliardi di messaggi in soli 4 anni. Ovviamente la piattaforma sa chi è stato il 20 miliardesimo cinguettio ed è felice di comunicarlo: è un designer di Tokio e per questo motivo è subissato di messaggi da tutto il mondo.
Twitter è nata nel luglio 2006 e dà la possibilità gratuitamente a chiunque di creare una pagina personale che si puù aggiornare (anche ossessivamente) tramite messaggi di testo di massimo di 140 caratteri di lunghezza, i tweet appunto (ma che se sono esattamente di 140 caratteri vengono chiamati "twoosh").
Ogni giorno sono oltre 60 milioni i messaggi che viaggiano e vengono pubblicati su Twitter sia direttamente da internet che da telefoni cellulari e piattaforme che si appoggiano su Twitter.
Il sito diventa sempre più famoso ed usato visto anche che mantenere blog che non siano "micro" si sta rivelando un'impresa impossibile per la stragrande maggioranza degli internauti che spesso lo aprivano solamente per fini esibizionistici. Con 140 caratteri, anche in monosillabi e la possibilità di "postare" anche foto e video si può tranquillamente rimanere sulla cresta dell'onda senza spremersi le meningi. Ecco perché Twitter addirittura è sempre più l'avversario di Facebook dove comunque si fa un po' più di fatica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# blog# cellulari# Facebook# internet# Twitter# video