le notizie che fanno testo, dal 2010

Corea: chi di Twitter ferisce di Twitter perisce

La Corea del Nord sbarca su Twitter con migliaia di fans. Il regime di Pyongyang lancia al mondo la sua propaganda non più attraverso megafoni ad alta potenza ma tramite esplosivi cinguettii.

Sotto il nome di @uriminzok (significa "il nostro popolo") il regime di Pyongyang lancia al mondo la sua propaganda non più attraverso megafoni ad alta potenza ma tramite esplosivi cinguettii. La Corea del Nord ha infatti deciso di entrare su Youtube e su Twitter raccogliendo migliaia di fans della Corea di sotto, quella del Sud, democratica e filoamericana che minaccia di multe salate e in qualche caso d'arresto i suoi cittadini che diventino "followers" dei tweet di Pyongyang.
Ad oggi sono oltre 9000 gli iscritti alla pagina (twitter.com/uriminzok) e da Pyongyang non solo propaganda politica ma anche di nuovi rimedi della medicina, una visione sugli usi e costumi di questo paese misterioso.
Intanto in Corea del Sud c'è forte irritazione per l'entusiasmo e la sorpresa della svolta multimediale della Corea del Nord anche perché le misure punitive minacciate verso chi seguirà i messaggi della dittatura di Pyongyang sembrano portare a Seul le nebbie oscure sulla libertà di parola e di pensiero che solitamente dovrebbero risiedere stabilmente nella Corea del Nord.
La Corea del Sud non sembra neppure aver gradito la presa di posizione, sempre su un tweet, di Philip Crowley, portavoce del Dipartimento di Stato americano, che dà il suo benvenuto a Pyongyang su Twitter cinguettando "Noi usiamo twitter per metterci in contatto, per informare e discutere".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: