le notizie che fanno testo, dal 2010

Turchia, Osce: 2,5 milioni di voti sospetti. Ma Trump si congratula con Erdogan

L'OSCE sospetta che ci siano "fino a 2,5 milioni di schede manipolate", che potrebbero quindi ribaltare la vittoria del Sì al referendum costituzionale che assegna tutti i poteri al Presidente della Repubblica, sullo stile americano. Nonostante questo, Donald Trump chiama subito Recep Tayyip Erdogan per congratularsi con lui.

Recep Tayyip Erdogan ha vinto, seppur di misura, il referendum costituzionale che si è tenuto in Turchia domenica e che assegna tutti i poteri al Presidente della Repubblica, sullo stile americano. Con quel 51,4% di Sì ottenuti al referendum, Erdogan in teoria potrebbe quindi rimanere al potere fino al 2029, con un esecutivo concentrato totalmente nelle sue mani (finora attribuito invece al premier).

Il risultato uscito dalle urne, però, suscita qualche incertezza. Alev Korun, deputata austriaca membro della delegazione di osservatori dell'OSCE, afferma rivela: "La legge consente di ammettere solo le schede ufficiali. Ma, la Commissione elettorale suprema ha deciso di accettare anche quelle senza timbro ufficiale". L'OSCE nutre quindi il sospetto che "fino a 2,5 milioni di schede siano state manipolate".

Le opposizioni ad Erdogan annunciano infatti un ricorso formale alla Commissione elettorale suprema (Ysk) di Ankara per l'annullamento dei voti. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, sottolinea invece: "Il primo rapporto dell'OSCE è preoccupante, dice che non c'è stata parità tra le parti e che non sono stati spiegati bene i quesiti. - aggiungendo - Tutto questo lascia interdetti ma aspettiamo la pubblicazione del rapporto definitivo".

Intanto, mentre Erdogan celebrava la vittoria invitando gli osservatori internazionali a non interferire, questa notte migliaia di persone sono scese per le strade di Istanbul per protestare contro i risultati del referendum.

A non nutrire invece dubbi in merito a quanto uscito dalle urne è il presidente americano Donald Trump, che ha immeditamente chiamato l'omologo turco per congratularsi con lui senza attendere gli esiti della Commissione internazionale sul voto, cogliendo così l'occasione per ringraziare Erdogan per il sostegno che ha dato agli USA dopo il lancio dei missili in Siria.

© riproduzione riservata | online: | update: 18/04/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Turchia, Osce: 2,5 milioni di voti sospetti. Ma Trump si congratula con Erdogan
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI