le notizie che fanno testo, dal 2010

Istanbul: inaugurato il Marmaray: tunnel ferroviario sotto il Bosforo

Ad Istanbul è stato inaugurato il Marmaray, il tunnel ferroviario sotto il Bosforo che collega il lato europeo della megalopoli a quello asiatico, in soli 4 minuti. Il tunnel sotto il Bosforo promette di decongestionare il traffico di Istanbul, ma non mancano le critiche, soprattutto incentrate sulla sicurezza.

Il Marmaray tunnel collegherà il lato europeo di Istanbul (Tracia) a quello asiatico (Anatolia), in soli 4 minuti. E' stato infatti inaugurato oggi il tunnel ferroviario sotto il Bosforo, che promette di decongestionare il traffico della megalopoli della Turchia che conta 17 milioni di abitanti, molti dei quali vivono nella parte dell'Asia anche se lavorano nella parte dell'Europa. Il tunnel ferroviario che passa sotto il Bosforo è lungo circa 14 chilometri, di cui 1,4 è sott'acqua e in alcuni tratti passa a meno 62 metri dalla superficie del Mar di Marmara. Il tunnel sotto il Bosforo è costato oltre 3 miliardi di euro, e l'opera è stata realizzata in collaborazione con il Giappone, che ha fornito tecnologia e finanziamenti. L'idea di un tunnel sotto il Bosforo è nata in realtà 150 anni fa, ai tempi del sultano Abdulmedjid, anche se il progetto definitivo è stato approvato solo nel 2004, quando l'attuale premier Recep Tayyip Erdogan era sindaco di Istanbul. La Turchia ha quindi deciso di celebrare i 90 anni dalla fondazione della Repubblica, creata nel 1923 da Mustafa Kemal Ataturk, inaugurando il Marmaray tunnel. L'inaugurazione della galleria ferroviaria sottomarina, naturalmente, non manca di suscitare polemiche, soprattutto con denunce legate alla sicurezza. Gli oppositori di Erdogan, infatti, affermano che l'inaugurazione è stata "frettolosa", forse perché a marzo in Turchia si voterà per le elezioni comunali. Tutte le critiche sono state però respinte dal ministro dei trasporti Binali Yildirim, secondo il quale il tunnel sotto il Bosforo sarà "il posto più sicuro di Istanbul". Secondo la Camera degli Architetti e degli Ingegneri di Istanbul (Tmmob) il tunnel sotto il Bosforo non avrebbe invece un sistema elettronico di sicurezza e rischierebbe l'allagamento in caso di rottura di una porzione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: