le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo l'Olanda la Turchia: mega blackout. Ipotesi attacco hacker o terrorismo

Solo 4 giorni fa l'Olanda è rimasta per alcune ore senza corrente elettrica. Ora è la Turchia a dover fare i conti con un mega blackout. Il Ministro dell'Energia turco spiega: "Non possiamo confermare se interruzione di corrente sia stata causata ad un attacco hacker oppure da un attacco terroristico".

La Turchia è in blackout. Una improvvisa quanto estesa mancanza di corrente elettrica ha infatti gettato nel caos il paese. Il primo ministro Ahmet Davutoglu ha annunciato che è stata convocata una unità di crisi presso il Ministero dell'Energia, sottolineando: "Stiamo considerando tutte le probabilità dietro la nazionale interruzione di corrente, compreso il terrorismo". Il Ministro dell'Energia Taner Yildiz ha aggiunto: "Non possiamo confermare se interruzione di corrente sia stata causata ad un attacco hacker oppure da un attacco terroristico". Sono circa 25 le città che hanno registrato un calo di tensione compresa Ankara, Izmir, Antalya e Adana. La Turkish Electricity Transmission Company (TEIAS) ha reso noto che i primi blackout sono stati segnalati verso le 10:36 (ora locale, 07:36 GMT). Il blackout ha ovviamente bloccato tutti i trasporti pubblici, compresi i sistemi di tram e di metropolitana di Istanbul. Ancora nel primo pomeriggio, ad Istanbul ed Ankara la corrente elettrica è stata ripristinata solo per un 15%. Da osservare che prima della Turchia, anche l'Olanda ha subito appena 4 giorni fa un imponente blackout, che ha interessato tutta la provincia settentrionale del Paese compresa la città di Amsterdam e l'aeroporto internazionale di Schiphol.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: