le notizie che fanno testo, dal 2010

Sfiorata nuova tragedia in Puglia: a Mesagne 3 auto bloccate dentro passaggio a livello

Sfiorata una nuova tragedia ferroviaria in Puglia. Tre automobili infatti sono rimaste bloccate all'interno del passaggio a livello in via San Vito a Mesagne, in provincia di Brindisi. Secondo la versione fornita da Rete ferroviaria italiana (RFI) "le tre auto sono passate mentre le sbarre si stavano abbassando e ignorando i segnali luminosi e quelli acustici".

Sfiorata una nuova tragedia ferroviaria in Puglia. Tre automobili infatti sono rimaste bloccate all'interno del passaggio a livello in via San Vito a Mesagne, in provincia di Brindisi. Per fortuna, i vigili urbani, accortisi della situazione, hanno allertato la stazione, che ha fermato il treno regionale di Trenitalia che sarebbe transitato per quel passaggio a livello di lì a poco.

Anche in questo caso a creare tale situazione di pericolo ci sarebbe stato l'errore umano, stavolta però degli automobilisti. Secondo la versione fornita da Rete ferroviaria italiana (RFI) "le tre auto sono passate mentre le sbarre si stavano abbassando e ignorando i segnali luminosi e quelli acustici", mettendo così a rischio la loro vita e quella dei passeggeri del treno che stava per arrivare.

Diversa la versione riportata da alcuni media locali. Secondo alcune testimonianze, le auto rimaste intrappolate non hanno fatto in tempo a superare il passaggio a livello per via della coda che si era creata. Trovandosi già in mezzo, i guidatori non avrebbero quindi visto la luce rossa del semaforo. Sempre RFI sostiene però che c'è stato un "mancato rispetto delle norme del Codice della strada", assicurando comunque che "non vi è stato alcun problema legato alla sicurezza, in quanto all'interno del passaggio a livello ci sono delle apposite aree di ricovero delle auto, tant'è che oggi entrambi gli automobilisti hanno parcheggiato in tali aree di ricovero e nel momento in cui è passato il treno la sede ferroviaria era libera". Rete ferroviaria italiana fa sapere inoltre che "se le macchine avessero sfondato le sbarre il sistema di sicurezza avrebbe bloccato tutta la circolazione ferroviaria, fino all'arrivo dei tecnici e delle forze dell'ordine".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: