le notizie che fanno testo, dal 2010

Toshiba Flash Air: la card SD Wi-Fi che sfida Eye-Fi con la Sci-fi

Si chiama FlashAir e sposa le funzionalità di una card SD, la "Secure Digital" che siamo abituati a infilare come un "rullino" sulle nostre fotocamere, con una "wireless LAN". Toshiba entra nel mercato di Eye-Fi: la sua SD non solo "invia" ma "riceve" e "parla" con le sue "simili". Insomma SD con Sci-fi.

Aspettando con una certa ansia la decisione del Governo Unito, in una prossima e futuribile finanziaria, per cui le carte di identità saranno sostituite da un economico ed "eterno" chip RFID sottopelle, sempre per via di una crisi economica internazionale (che esige risparmi di "carta e plastica" e assicuri la sicurezza dello Stato Non Più Sovrano), la tecnologia "wireless" fa passi da gigante. Immersi in un bagno di onde senza sapere bene se fanno bene o fanno male (ma qualcuno si ammala e non ne può più dell'elettrosmog http://is.gd/vPHNgR) arrivano anche le card SD, ovvero le "Secure Digital" wireless. Tanto era grande la fatica di estrarle dal loro alloggiamento (spesso della fotocamera) e percorrere nell'aria con la mano trenta centimetri per "caricarle" nell'altro slot del computer, che è ora la stessa "schedina" a caricarsi del titanico sforzo, "uploadando" i dati con il Wi-Fi sul PC. A inaugurare quello che sembrava un inutile "di più" era stata la Eye-Fi, una società che aveva lanciato questa tecnologia "rivoluzionaria". Le "schedine" Eye-Fi, ad esempio, inserite nella fotocamera come una normale "schedina" possono inviare "wireless" le foto direttamente al PC e ultimamente anche a smartphone e tablet con iOS e Android. La SD Eye-Fi, sfruttando il Wi-Fi, erano anche in grado di collegarsi a siti di photo-sharing, non facendo perdere alla comunità di "amici" (ma anche di "amici degli amici") la propria entusiasmante vita da Esseri Umani 2.0. Da vedere a questo proposito lo splendido video in stile "visto in TV" della Eye-Fi (youtube.com/watch?v=h7CnHCCVSEE). Il prodotto è piaciuto così tanto a pubbico e critica (per Time Magazine è una "Top best inventions") che le orecchie dei moloch dell'hardware, che vivono spesso accucciati sui grattacieli di Taiwan, si sono improvvisamente orientate, con la loro forma "a parabola", sulla novità che promette di rendere la nostra vita ancora più sganciata dai cavi (ma paradossalmente sempre più legata da lacci e lacciuoli). Ed ecco che un colosso come Toshiba entra di peso nel mercato delle "schedine Wi-Fi" con ovvie ripercussioni sulla piccola azienda di Mountain View (proprio vicina a Google). Toshiba difatti fa le cose in grande: le sue Secure Digital "wireless" non solo "inviano" il proprio contenuto ma lo ricevono e sanno comunicare con le loro "simili". In altre parole, come scrive l'azienda giapponese in un comunicato, la tecnologia che utilizzano permette il trasferimento peer-to-peer e upload e download da server. Insomma Toshiba con il suo nuovo prodotto, che ha chiamato FlashAir, inventa una vera e propria "wireless LAN a schedine" introducendo una buona dose di Sci-fi (Science fiction, cioè fantascienza) nel mondo della miniaturizzazione. Toshiba con la sua FlashAir è presente all'IFA 2011 di Berlino e promette dei "campioni" a Novembre 2011 mentre le vendita è prevista dal mese di Febbraio 2012 (ovviamente non si sa ancora il prezzo). Toshiba FlashAir sposa di fatto le funzioni standard "SD Memory Card" con la funzionalità di una "wireless LAN". Come reagirà la Eye-Fi? Per ora la SD "wireless" di Toshiba sarà nel "taglio" di 8 GB e la multinazionale giapponese promette che FlashAir consumi meno energia rispetto "alle altre card con funzioni simili".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: