le notizie che fanno testo, dal 2010

Appalti Consip: indagato padre di Renzi per traffico di influenze illecite

Il padre di Matteo Renzi, Tiziano, è indagato per traffico di influenze illecite nell'ambito dell'inchiesta sulla corruzione negli appalti Consip. Indagato per la stessa vicenda anche il ministro dello Sport Luca Lotti, cosiderato braccio destro di Matteo Renzi.

Tiziano Renzi, padre dell'ex Presidente del Consiglio Matteo, è indagato dalla Procura di Roma per il reato di traffico di influenze illecite nell'ambito dell'inchiesta sulla corruzione negli appalti Consip, la centrale acquisti della Pubblica Amministrazione.

Per la stessa vicenda, il 27 dicembre scorso, fu ascoltato il ministro dello Sport Luca Lotti, cosiderato braccio destro di Matteo Renzi, indagato per rivelazione di segreto e favoreggiamento.

Nello stesso fascicolo sugli appalti Consip risultano iscritti nel registro degli indagati anche il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Tullio Del Sette e il comandante della Legione Toscana dei carabinieri Emanuele Saltalamacchia.

"Ci è stato notificato l'invito a presentarsi senza descrizione del fatto, nell'atto è riportato solo il numero della norma violata. Prenderemo contatto con il pm per capire i fatti contestati e per fissare la data della comparizione", riferisce Federico Bagattini, avvocato di Tiziano Renzi, che conferma la notizia dell'invito a comparire ricevuto dal padre dell'ex premier.

"Confermo la mia condotta assolutamente trasparente" assicura Tiziano Renzi, raggiunto da La Repubblica.

Il procedimento punterebbe a fare luce sui rapporti tra il padre di Matteo Renzi e l'imprenditore Alfredo Romeo, indagato a Napoli per presunte tangenti in cambio di appalti assegnati alle aziende della società.

Nel 2013 Tiziano Renzi fu indagato per bancarotta fraudolenta nell'inchiesta sul crac della Chil post, società di distribuzione e marketing fallita. L'inchiesta si è conclusa nel luglio 2016 con l'archiviazione.

Le opposizioni vanno subito all'attacco, in primis il MoVimento 5 Stelle con Luigi Di Maio che su Twitter chiede: "Padre di Renzi e suo braccio destro Lotti indagati in inchiesta Consip. Renzi era a conoscenza del traffico di informazioni?" e lancia l'hashtag #RenziSapeva.

Anche Roberto Calderoli, senatore della Lega Nord, commenta: "Apprendiamo dalle agenzie di stampa che il signor Tiziano Renzi è indagato per traffico di influenze illecite. Ma dato che Tiziano Renzi è un signor nessuno che influenze illecite avrebbe trafficato? Viene da chiedersi se l'avviso di garanzia sia per lui o per il precedente governo".

© riproduzione riservata | online: | update: 17/02/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Appalti Consip: indagato padre di Renzi per traffico di influenze illecite
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI