le notizie che fanno testo, dal 2010

Tiziano Ferro come Barack Obama: satanismo in Indietro? Yes we can

Tiziano Ferro sarebbe stato criticato per aver "ringraziato" a Satana nella canzone "Indietro", ovviamente se ascoltata al contrario. Il mondo della musica è pieno di leggende metropolitane simili, ma non solo. Anche il famoso discorso di Barack Obama dove ripete il mantra del "Yes we can" potrebbe infatti nascondere frasi inquietanti.

Sui alcuni media è stato riportato che a quanto pare Don Giulio Marra, sacerdote della comunità Nuovi orizzonti, avrebbe criticato Tiziano Ferro perché dentro una sua canzone, se ascoltata al contrario, ci sarebbe un ringraziamento a Satana. Il nome del brano in questione, emblematicamente, è "Indietro", contenuto nell'album "Alla mia età" del 2008, dove al minuto 1.02 si riuscirebbe ad estrapolare, mandando al contrario la traccia, la frase: "Grazie Satana, lui mi rende libero". Il mondo della musica è pieno di leggende metropolitane che raccontano di canzoni, o interi dischi, che inneggiano al satanismo, se ascoltati ovviamente al contrario. Ma non solo. Dovrebbe infatti forse stupire maggiormente quando frasi che qualcuno potrebbe definire inquietanti escono da un discorso, se ascoltato al contrario, pronunciato da chi ha in mano il potere di far scoppiare una guerra che potrebbe coinvolgere il mondo intero. Su Youtube, difatti, diversi video analizzano il famoso discorso di Barack Obama del 4 novembre 2008 a Chicago, dove ripete il suo mantra "Yes we can", che in realtà potrebbe forse nascondere ben altri significati secondo i suoi detrattori.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: