le notizie che fanno testo, dal 2010

Bangkok: esplode seconda bomba. Caccia all'uomo con la t-shirt gialla

Nuovi attimi di terrore a Bangkok (Thailandia) dopo che la violenta esplosione davanti al santuario indù di Erawan ha causato almeno 22 morti ed il ferimento di circa 140 persone. Una persona ha lanciato dal ponte di Sathorn un secondo ordigno, deflagrato una volta entrato in contatto con l'acqua, che non avrebbe causato feriti. Caccia all'uomo con la t-shirt gialla ripreso in un video prima dell'esplosione davanti al santuario di Erawan.

Nuovi attimi di terrore a Bangkok (Thailandia) dopo che la violenta esplosione di ieri davanti al santuario indù di Erawan ha causato almeno 22 morti ed il ferimento di circa 140 persone. Come riporta il Bangkok Post, oggi infatti una persona ha lanciato dal ponte di Sathorn un secondo ordigno, deflagrato una volta entrato in contatto con l'acqua. Attualmente non ci sarebbero notizie di feriti o di danni, tanto che il molo di Sathorn è rimasto aperto anche se la polizia ha cercato di recuperare i pezzi rimasti dell'ordigno. Il molo di Sathorn è un importante terminal che collega le barche per i pendolari che transitano nel Chao Phraya River con la vicina stazione Skytrain. Il molo è, come il santuario di Erawan, una fermata turistica importante, soprattutto per i gruppi di turisti cinesi. Prajin Juntong , il ministro dei Trasporti thailandese, cerca però di rassicurare i concittadini sostenendo che questa seconda bomba di Sathorn è stato solo un ordigno improvvisato. Intanto, proseguono le indagini per scoprire chi ha piazzato la bomba esplosa davanti al santuario di Erawan. Alcuni filmati avrebbero ripreso nei pressi del luogo di culto indù una persona con indosso una t-shirt gialla poco prima l'esplosione dell'ordigno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# Bangkok# pendolari# Thailandia# turisti