le notizie che fanno testo, dal 2010

Terra dei Fuochi: un arresto per incendio rifiuti in discarica abusiva

"In data odierna, nell'ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, il Comando Stazione di Pozzuoli del Corpo forestale dello Stato ha eseguito un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di un uomo di 55 anni, residente a Giugliano in Campania (NA), per il reato di combustione illecita di rifiuti e violazione di sigilli", ragguagliano in una nota i Forestali.

Ancora roghi nella Terra dei Fuochi, nonostante l'introduzione nel codice penale degli ecoreati. Oggi infatti "nell'ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, il Comando Stazione di Pozzuoli del Corpo forestale dello Stato ha eseguito un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di un uomo di 55 anni, residente a Giugliano in Campania (NA), per il reato di combustione illecita di rifiuti e violazione di sigilli. Per l'uomo sono stati disposti gli arresti domiciliari" viene messo al corrente in una nota dei Forestali.
"Le attività investigative congiunte tra la Forestale e il Commissariato di Polizia di Stato di Giugliano in Campania, espletate anche con dispositivi digitali di video-ripresa occultati dal personale del Comando Stazione Forestale di Pozzuoli, hanno portato all'individuazione del presunto responsabile, il quale dava periodicamente fuoco a rifiuti solidi urbani all'interno di una discarica abusiva in località Santa Caterina del suddetto comune, e il cui sito era già stato sequestrato dal locale Commissariato di Polizia" prosegue il CFS.
Le Giubbe Verdi commentano in ultimo nel comunicato: "L'uomo è stato posto immediatamente in stato di fermo e portato nei locali del Comando Stazione Forestale di Pozzuoli e successivamente si è provveduto alla perquisizione della sua abitazione, ove sono stati rivenuti anche 150 chilogrammi di rame di provenienza illecita, per cui è scattata anche la denuncia di ricettazione. Le immagini registrate hanno consentito di accertare quattro incendi appiccati dall'uomo nel solo mese di aprile, con le medesime modalità e con un grave rischio per la salute pubblica, essendo stata rilevata tra i rifiuti combusti anche la presenza di materiale ad alta tossicità. Il Prefetto anti-roghi Donato Cafagna si è congratulato per l'operazione condotta dal Comando Provinciale di Napoli, esprimendo al Comandante Angelo Marciano grande lode per le incisive iniziative messe in campo dal Corpo forestale dello Stato, che ben si coniugano con lo spirito posto alla base del Patto per la 'Terra dei Fuochi '."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: