le notizie che fanno testo, dal 2010

Telecom: oltre 3000 esuberi. Slc CGIL: nessun atto ufficiale su societarizzazione Caring

Nonostastante i proclami di ripresa, in Telecom c'è un rischio di 3.330 esuberi, di cui 1.700 nelle aree di Staff, nelle Attività di Cross Activities di Open Access e in alcuni ambiti della società Telecom Italia Information Technology e 1.300 riguardanti la Divisione Caring Services. La Slc CGIL non ha firmato l'accordo denunciato che "in realtà non esiste un solo atto ufficiale" di Telecom su societarizzazione del Caring.

Nonostastante i proclami di ripresa, in Telecom c'è un rischio di oltre 3.000 esuberi. Lo scorso 7 settembre, infatti, le organizzazioni sindacali FISTel-CISL, UILCOM-UIL e UGL Telecomunicazioni hanno siglato l'accordo che prevede 1.700 esuberi in Telecom annunciati a luglio, anche se permane la contrarietà della Slc CGIL che denuncia come questa decisione vada di fatto a "ripristinare le condizioni di lavoro preesistenti" agli accordi del 27 marzo 2013 che prevedeva un aumento della produttività e una riduzione del costo del lavoro proprio per evitare i licenziamenti. A questi 1.700 devono inoltre essere aggiunti i 1.300 esuberi dovuti per il superamento da parte di Telecom del progetto di societarizzazione della Divisione Caring Service. Questi 3.000 esuberi verranno gestiti con contratti di solidarietà dalla durata di tre anni. In realtà gli esuberi sarebbero 3.330 esuberi visto che per 330 si prevede il licenziamento collettivo nei confronti di quei lavoratori che dichiarano di non opporsi al recesso del contratto. La Slc CGIL sostiene inoltre che questi esuberi non sarebbero giustificati dalla societarizzazione del Caring visto che "in realtà non esiste un solo atto ufficiale dell'azienda per perseguire quella decisione". Inoltre, il sindacato della CGIL sottiolinea come la Telecom non abbia presentato "né motivazioni e né interventi necessari" a riassorbire i lavoratori.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# CGIL# esuberi# lavoro# licenziamenti# solidarietà# Telecom