le notizie che fanno testo, dal 2010

Telecom: incontro con sindacati per scongiurare 3.700 licenziamenti

Oggi si siederanno allo stesso tavolo, convocato dal governo, la Telecom Italia e i sindacati, per aprire un negoziato che cercherà si scongiurare i 3.700 licenziamenti, che rientrano nel piano tagli già annunciato dall'azienda. Piano che prevede in tre anni il licenziamento di oltre 6.800 persone. "Inaccettabile" dichiara Misiani "visto che il colosso chiude in attivo il suo bilancio".

Oggi si siederanno allo stesso tavolo, convocato dal governo, la Telecom Italia e i sindacati, per aprire un negoziato che cercherà si scongiurare i 3.700 licenziamenti, che rientrano nel piano tagli già annunciato dall'azienda. Tali tagli prevedono in tre anni il licenziamento di oltre 6.800 persone.
Il piano si sviluppa infatti in due fasi, e la prima riguarderebbe i prossimi undici mesi, con 3.700 dipendenti Telecom che verranno licenziati, partendo dai prossimi mesi fino al giugno 2011.
Per il Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi l'incontro di oggi servirà per "rimettere in piedi il dialogo su un piano industriale che, noi ci auguriamo, sia fatto di investimenti, di sviluppo della società e del sistema di comunicazione nel nostro Paese". Per Sacconi solo dopo questo dialogo "si potranno discutere dei problemi di riorganizzazione" confidando però che "venga meno l'iniziativa dei licenziamenti".
Per Maurizio sacconi devono essere messi da parte "gli atti unilaterali" ma si deve "aprire un confronto vero su un piano industriale per il futuro del gruppo, a partire dagli investimenti che si devono fare".
Il segretario della commissione Bilancio alla Camera, Antonio Misiani, esponente del PD, chiede invece in una nota che " che il governo riferisca immediatamente in Parlamento". Per Misiani "occorrono immediate garanzie ed una immediata assunzione di responsabilità, sia da parte dell'esecutivo, sia da parte dell'azienda di fronte al rischio di migliaia e migliaia di licenziamenti".
Per Antonio Misiani è infatti "inaccettabile l'emergenza che si profila per gli esuberi Telecom" soprattutto "se vengono da una azienda leader, un colosso delle tlc che ha chiuso in attivo il suo bilancio e che per anni ha operato in regime di monopolio"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: