le notizie che fanno testo, dal 2010

Unimpresa, Tasi 2014: proroga prima rata a rischio consumi e pagamenti Pa

Unimpresa avverte che il rinvio della Tasi al 16 ottobre 2014 rischia di produrre un "doppio effetto negativo, sui consumi delle famiglie e sui pagamenti delle amministrazioni locali alle imprese fornitrici". In realtà, Piero Fassino si dice convinto che il governo anticiperà ai Comuni il mancato introito derivante dalla proroga della data di scadenza della prima rata della Tasi 2014, valida solo per gli immobili diversi dall'abitazione principale (seconde case, negozi e capannoni).

"Il rinvio della Tasi a settembre (pagamento prorogato ulteriormente al 16 ottobre, ndr) per i Comuni che non hanno ancora adottato le previste delibere corre il rischio di produrre un doppio effetto negativo, sui consumi delle famiglie e sui pagamenti delle amministrazioni locali alle imprese fornitrici" avverte Unimpresa, spiegando che "lo slittamento del termine per il versamento da giugno a settembre (ottobre, ndr), infatti, potrebbe generare incertezza sugli importi da versare nelle casse comunali con la conseguenza assai probabile di creare incertezza per le famiglie, in un periodo, quello estivo, in cui si spende solitamente una fetta rilevante del reddito. Con tutto quello che ne consegue sul versante delle imprese che operano nel settore del turismo". Il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, sottolinea quindi che lo slittamento della prima rata della Tasi, per quei Comuni che non deliberano le aliquote entro il 23 maggio avrà un "impatto sulle casse comunali, con una fetta rilevante di gettito che verrebbe incassata con tre mesi di ritardo sull'agenda standard: un rinvio che inevitabilmente costringerebbe i sindaci a selezionare i pagamenti, facendo slittare gioco forza quelli sulle imprese fornitrici o con co ntratti di appalto in corso". In realtà, Piero Fassino si dice convinto che il governo anticiperà ai Comuni il mancato introito derivante dalla proroga della data di scadenza della prima rata della Tasi, valida solo per gli immobili diversi dall'abitazione principale (seconde case, negozi e capannoni).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: