le notizie che fanno testo, dal 2010

UIL, Tasi: 75mila varianti. In 12 città capoluogo è più alta dell'IMU

La Uil avverte che la Tasi sarà mediamente più alta dell'IMU, sottolineando che alla fine si avranno sicuramente 8.092 applicazioni diverse della Tasi, ma si rischia di avere oltre 75mila combinazioni differenti di applicazione dell'imposta.

La Tasi è mediamente più alta dell'IMU. A confermare i sospetti sull'aumento della tassa è la UIL attarverso il rapporto del Servizio Politiche Territoriali, sottolineando che a pochi giorni alla scadenza della pubblicazione delle delibere sul sito del Ministero dell'Economia (come prescritto dal Decreto salva Roma) a tutt'oggi sono soltanto 832 i municipi che hanno deliberato le aliquote di cui però soltanto 514 hanno reso nota la propria delibera. Di questi un terzo (32) sono città capoluogo di provincia di cui 9 capoluoghi di Regione (Ancona, Aosta, Bologna, Cagliari, Genova, Milano, Palermo, Roma, Torino). La Uil avverte inoltre che alla fine si avranno sicuramente 8.092 applicazioni diverse della Tasi, ma si rischia di avere oltre 75mila combinazioni differenti di applicazione dell’imposta. La Uil avverte quindi che tra Tasi, Tari e Addizionali Comunali si rischia quindi di neutralizzare il "bonus Irpef", o peggio come nel caso dei pensionati, esclusi dal bonus fiscale, il rischio è di peggiorare ulteriormente la situazione economica, aumentando il carico fiscale complessivo. Dalle prime proiezioni emerge infatti che su 32 città capoluogo che hanno deliberato la Tasi, nel 37,5% di queste (12 città) l'imposta è più alta dell’IMU pagata nel 2012.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: