le notizie che fanno testo, dal 2010

Fassino: prima rata Tasi 16 ottobre 2014 se Comuni non deliberano aliquote

E' Piero Fassino a confermare che la prima rata della Tasi, in quei Comuni che non deliberano entro il 23 maggio le aliquote, slitterà il 16 ottobre perché "il 16 settembre era troppo vicino e con le elezioni amministrative ed agosto di mezzo si sarebbe rischiata la confusione".

"Con il ministero dell’Economia si è convenuto che il pagamento della prima rata Tasi potrebbe slittare al 16 ottobre 2014, solo per i cittadini di quei Comuni che non hanno deliberato le aliquote" annuncia a Radio 24 il presidente dell’Anci e sindaco di Torino, Piero Fassino, spiegando che l'ulteriore proroga è dovuta al fatto che "il 16 settembre era troppo vicino e con le elezioni amministrative ed agosto di mezzo si sarebbe rischiata la confusione". Fassino quindi precisa che "il 16 giugno 2014 pagheranno solo i cittadini delle città che hanno fissato le aliquote, tra queste quasi tutti i grandi capoluoghi, mentre ad ottobre sarà la volta degli altri Comuni". Anche se il ministero dell'Economia non lo ha ancora annunciato, Piero Fassino conferma che "se un tributo previsto a norma di legge viene prorogato, si fa ricorso ad una anticipazione per evitare una crisi liquidità ai soggetti che questo tributo dovevano incassarlo".

© riproduzione riservata | online: | update: 22/05/2014

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fassino: prima rata Tasi 16 ottobre 2014 se Comuni non deliberano aliquote
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI