le notizie che fanno testo, dal 2010

World Television Day 2015, Confalonieri: internet? Giovani seguono tv sui social

"Anche quest'anno Mediaset e Publitalia '80 si uniscono ai festeggiamenti per il World TV Day del 21 novembre, Giornata mondiale della tv proclamata dall' Assemblea Generale delle Nazioni Unite.", viene riferito con una nota dalla società fondata da Silvio Berlusconi. "Anche nell'era di internet i suoi contenuti multipiattaforma e multiscreen sono i più seguiti e cercati anche dal pubblico giovane che ne fa occasione di interazione e comunità grazie ai social" sottolinea Fedele Confalonieri.

"Anche quest'anno Mediaset e Publitalia '80 si uniscono ai festeggiamenti per il World TV Day del 21 novembre - espongono dall'azienda di Cologno Monzese -, Giornata mondiale della tv proclamata dall' Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L'ONU riconosce il ruolo chiave del mezzo televisivo nella condivisione della vita sociale, civile ed economica di ogni paese, garantendo ovunque pluralismo e diversità culturale."
"Per questo le Nazioni Unite celebrano gli effetti positivi sulle comunità delle emittenti tv con una giornata dedicata, il 21 novembre di ogni anno. In occasione del World TV Day 2015 le più importanti TV d'Europa diffonderanno domani uno spot prodotto grazie al lavoro di tre associazioni: EBU (European Broadcasting Union), ACT (Association of Commercial TV) ed EGTA (Associazione delle concessionarie di pubblicità radio e tv). Lo spot ha come tema centrale i giovani telespettatori il cui consumo di TV risulta ovunque in crescita, anche con fruizione in mobilità su nuove piattaforme e con nuove modalità" prosegue l'azienda del gruppo Fininvest.
"In Italia, in particolare, negli ultimi 12 mesi i giovani 15-34 anni hanno trascorso in media 2 ore e 33 minuti al giorno davanti alla televisione e la copertura settimanale del mezzo TV risulta una delle più alte in Europa raggiungendo il 74,6%. Lo slogan dello spot in onda domani è 'We love TV' e il simbolo che lo caratterizza è il cuore disegnato nell'aria dai giovani protagonisti con le dita, gesto comune in tutto il mondo (campioni del calcio compresi)" continua il Biscione.

«Proprio in questi giorni, la televisione e l'informazione televisiva in particolare hanno dimostrato il ruolo unico e insostituibile che rivestono nella vita democratica dell'Europa e del mondo intero" commenta nella nota Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, aggiungendo: "Il racconto tempestivo e verificato degli avvenimenti di Parigi si è rivelato un punto di riferimento certo e autorevole per tutti i cittadini. Ed è così ogni giorno di tutto l'anno: la tv garantisce immediatezza e responsabilità informativa, oltre a cultura e intrattenimento. E infatti continua a essere al centro della dieta mediatica delle persone".
"Anche nell'era di internet i suoi contenuti multipiattaforma e multiscreen sono i più seguiti e cercati, - sottolinea Confalonieri - anche dal pubblico giovane che ne fa occasione di interazione e comunità grazie ai social. La tv continua inoltre a essere il maggior produttore di contenuti originali europei che difendono e promuovono l'identità culturale della Unione Europea oltre che un interlocutore privilegiato e innovativo per la comunicazione commerciale delle imprese».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: