le notizie che fanno testo, dal 2010

Tv, Caparini (Lega Nord): 144 emittenti locali svendute a mercato frequenze

"Il governo sta desertificando il patrimonio dell'informazione locale e sta lucrando sulla morte delle emittenti territoriali per trarre il maggior profitto dalla cessione delle frequenze TV: un attacco al lavoro, un attacco al pluralismo", così in un comunicato Caparini, esponente del Carroccio.

"Il governo sta desertificando il patrimonio dell'informazione locale e sta lucrando sulla morte delle emittenti territoriali per trarre il maggior profitto dalla cessione delle frequenze TV: un attacco al lavoro - riflette in una nota il deputato della Lega Nord Davide Caparini, responsabile comunicazione del Carroccio -, un attacco al pluralismo. Altre 144 TV locali sono obbligate a chiudere e duemila lavoratori perderanno il posto di lavoro. Frequenze regolarmente assegnate solo qualche anno fa sono state revocate facendo perdere alle emittenti un terzo delle risorse frequenziali totali. Inoltre è folle la pretesa di cambiare ulteriormente la numerazione dei canali. Sarebbe come pretendere che una attività commerciale ben avviata nella piazza centrale del paese traslochi in periferia senza peraltro lasciare l'indirizzo. È evidente la volontà di affossare l'emittenza locale per poter trarre il maggior profitto possibile dalla cessione delle frequenze TV."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: