le notizie che fanno testo, dal 2010

Cgil, Cisl e Uil: inutile introdurre nel TTIP nuovo modello arbitrato privato

All'indomani dell'approvazione del documento sul TTIP da parte del Parlamento europeo, CGIL, CISL e Uil hanno inviato una lettera ai Parlamentari europei eletti in Italia con cui esprimono la loro "insoddisfazione" per l'intesa raggiunta. I sindacati sottolineano l'inutilità di un qualsiasi nuovo modello di arbitrato privato da introdurre nel TTIP.

All'indomani dell'approvazione del documento sul TTIP da parte del Parlamento europeo, CGIL, CISL e Uil hanno inviato una lettera ai Parlamentari europei eletti in Italia con cui esprimono la loro "insoddisfazione" per l'intesa raggiunta. "Il TTIP, come tutti i trattati di nuova generazione - scrivono nella nota i dirigenti sindacali Fausto Durante, Giuseppe Iuliano, Cinzia Del Rio - deve essere l'occasione per promuovere sviluppo e crescita sostenibili, affermare e innalzare la qualità dei diritti dei lavoratori, proteggere e rafforzare gli standard ambientali e garantire la più alta qualità e fruibilità dei servizi pubblici fondamentali". Per i sindacati, però, il compromesso su ISDS, l'arbitrato internazionale per proteggere gli investimenti delle imprese contro gli interessi dei Paesi è "totalmente inadeguato a impedire che un sistema privato di risoluzione delle controversie produca, come già è accaduto in numerosi casi, effetti diretti e indiretti sulla capacità degli Stati di legiferare nell'interesse dei cittadini". CGIL, CISL e Uil sottolineano infatti come "i due sistemi economici coinvolti siano già così amalgamati da non necessitare di alcun meccanismo privato di risoluzione delle dispute commerciali per promuovere ulteriori ambiti di convergenza" poiché considerano "solidi e garantisti i sistemi giudiziari che, in ambito europeo e statunitense, già offrono la più alta qualità di protezione per investitori e cittadini". "La già notevolissima mole di investimenti bilaterali e di scambi di beni e servizi tra le due regioni avvengono oggi senza alcun sistema di arbitrato privato e testimoniano dell'inutilità di un qualsiasi nuovo modello di arbitrato privato da introdurre nel TTIP" concludono i sindacati, anticipando che in coordinamento con la Confederazione Europea dei Sindacati e con la Federazione Americana del Lavoro "continueranno la loro iniziativa di mobilitazione e di pressione sulle istituzioni europee e sul governo italiano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: