le notizie che fanno testo, dal 2010

TISA: tra proposte segrete l'uso senza restrizioni dei dati personali

La Associated Whistleblowing Press (AWP) ha pubblicato oggi un documento riservato che propone nuove disposizioni applicabili a tutti i servizi del TISA (Trade in Services Agreement). Tra le proposte, il fatto che "nessuno Stato partecipante possa fermare l'uso, lo stoccaggio e lo scambio di dati personali relativamente alla loro base territoriale"

La Associated Whistleblowing Press (AWP) ha pubblicato oggi un documento (classificato come confidenziale) che propone nuove disposizioni applicabili a tutti i servizi del TISA (Trade in Services Agreement). I principali attori dei negoziati segreti sul TISA sono gli Stati Uniti e tutti i 28 Stati membri dell'Unione europea. Tuttavia, l'ampia portata del trattato comprende anche Australia, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Hong Kong, Islanda, Israele, Giappone, Liechtenstein, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Pakistan, Panama, Paraguay, Perù, Corea del Sud, Svizzera , Taiwan e Turchia. Il TISA mira infatti ad essere un accordo sottoscritto tra tutti quei Paesi che rappresentano il 70% del commercio mondiale di servizi. Come spiega l'Unione europea il TISA punta ad aprire i mercati per andare, assicura, a "migliorare le norme in settori quali le licenze, i servizi finanziari, le telecomunicazioni, l'e-commerce, il trasporto marittimo" e i colloqui (riservati) si basano sulle proposte avanzate dai partecipanti. Tra queste proposte anche quella che prevede che "nessuno Stato partecipante possa fermare l'uso, lo stoccaggio e lo scambio di dati personali relativamente alla loro base territoriale". Inoltre, il testo rivelato dalla AWP "è progettato per essere difficile abrogare ed è da considerarsi riservato per 5 anni dopo la firma".

Rosa Pavanelli, segretario generale della Public Services International (PSI), federazione mondiale dei sindacati i rappresentanza di 20 milioni di persone che forniscono servizi pubblici in 154 paesi, sottolinea che "i documenti trapelati confermano i peggiori timori sul fatto che il TISA verrà utilizzato per favorire gli interessi di alcune delle più grandi aziende della Terra. - evidenziando - Si negozia sullo spostamento dei dati personali senza nessuna restrizione, sulla neutralità di internet e sul come le firme elettroniche possano essere utilizzate per attaccare al cuore i diritti individuali". Pavanelli quindi chiarisce: "I governi devono fare chiarezza su ciò che stanno negoziando in questi accordi commerciali segreti". La AWP mette anche a disposizione l'analisi dettagliata del documento trapelato stilata dal professor Jane Kelsey, della facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Auckland (Nuova Zelanda) e del dottor Burcu Kilic della Public Citizen di Washington DC (USA).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: