le notizie che fanno testo, dal 2010

Minacce ad Esposito, Lupi: su TAV il governo non arretra di un millimetro

Molti i messaggi di solidarietà diretti a Stefano Esposito, senatore del Partito Democratico che ha trovato davanti casa un biglietto di minacce e tre molotov. Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi chiarisce: "Sul TAV il governo non arretra di un millimetro".

"Voglio esprimere a nome mio personale e di tutto il Partito Democratico solidarietà a Stefano Esposito, vittima di un ennesimo, intollerabile, gesto intimidatorio" afferma Gianni Cuperlo, Presidente dell'Assemblea nazionale del PD, commentando la notizia che il senatore pro TAV ha trovato stamattina davanti casa tre bottiglie molotov ed un biglietto intimidatorio. "Con Stefano continueremo a difendere la legalità contro la violenza e a perseguire, con tutti, nel confronto politico, il dialogo rispettoso. - aggiunge Cuperlo - La violenza e le continue minacce sono inaccettabili e non devono avere cittadinanza nella nostra democrazia". Solidarietà a Stefano Esposito arriva anche dal presidente dei senatori del PD Luigi Zanda, che sottolinea: "A causa delle sue coraggiose prese di posizione, il senatore Esposito si è sempre particolarmente esposto nei confronti di quanti non ammettono il libero confronto democratico. Sono certo che le Forze dell'ordine faranno presto piena luce sugli autori delle minacce, per garantire la libera espressione di chi svolge il suo lavoro a servizio delle istituzioni democratiche e della collettività". Anche la vice presidente del Senato Valeria Fedeli precisa che "attacchi di questa violenza sono vergognosi" chiarendo che "gesti di questo tipo non possono in alcun modo essere giustificati e nulla hanno a che fare con l'espressione di un legittimo dissenso. - aggiungendo - Un attacco alle istituzioni dai contorni pericolosi indegno di un paese democratico". "Metodi violenti, intimidazioni e minacce non fermeranno l'impegno di un uomo e di un politico che conosciamo per determinazione e impegno" dichiara invece il sindaco di Torino Piero Fassino. E con il sentatore democratico si schiera anche il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, che ribadisce: "Sul TAV il governo non arretra di un millimetro. I politici, gli amministratori locali, le imprese, i lavoratori che si stanno impegnando per la costruzione di questa infrastruttura strategica per il Piemonte, per l'Italia e per l'Europa ci hanno avuto e ci avranno sempre al loro fianco".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: