le notizie che fanno testo, dal 2010

Referendum Svizzera, l'ira dell'UE: stop negoziato su elettricità

Il risultato del referendum della Svizzera sull'immigrazione scatena l'ira dell'Unione europea, con l'UE che annuncia di non voler proseguire il negoziato con la Svizzera sull'elettricità.

Il risultato del referendum della Svizzera sull'immigrazione scatena l'ira dell'Unione europea, con il Consiglio dei ministri dell'UE che chiarisce come sia "impossibile accettare una separazione fra la libera circolazione degli individui e quella dei capitali''. Anche se niente è stato deciso, già il fatto che l'UE precisi che per ora non sono saranno adottate sanzioni da applicare dovrebbe comunque far preoccupare la Svizzera. Intanto, la UE ha già annunciato di non voler proseguire il negoziato con la Svizzera sull'elettricità "alla luce (è proprio il caso di dirlo, ndr) della nuova situazione che si è venuta a creare" dopo il voto del referendum, come spiega la portavoce dell'esecutivo europeo Pia Ahrenkilde. La UE ha così cancellato la riunione prevista per il prossimo 17 febbraio con la Svizzera, dove si sarebbe discussa la possibilità da parte degli elvetici (che non sono membri dell'Unione europea) di partecipare alla Borsa elettrica e di utilizzare le reti comunitarie.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: