le notizie che fanno testo, dal 2010

Susanna Camusso: articolo 18? Basta il reintegro. Lo sa anche Bersani

Susanna Camusso rivela che per trovare un accordo sull'articolo 18 basta prevedere sempre la possibilità del reintegro, aggiungendo che questo "lo sa anche Bersani".

E' grazie alla trasmissione di Radio 2 "Un giorno da pecora" che ora gli italiani conoscono alcuni "gusti privati" di Susanna Camusso, come il fatto di ascoltare la rassegna stampa mentre si fa la doccia. Alla Radio la leader della CGIL ammette che "il primo sciopero è come il primo amore, non si scorda mai", rivelando che la sua prima partecipazione ad una manifestazione, sulle pensioni, fu nel 1969, appena entrata al liceo. La Camusso conferma anche il vizio del fumo, riconoscendo di fumare circa un pacchetto di sigarette al giorno, ma precisando invece di aver smesso ormai da tempo di "farsi le canne".
Il primo spinello, confessa Susanna Camusso, lo accese alla fine del liceo "ma ho messo rapidamente, e mai a scuola", precisa immeditamente, invitando i giovani "a non farlo e soprattutto, niente droga pesante".
Susanna Camusso tocca però anche il delicato argomento della riforma del lavoro, per cui ha indetto ben 16 ore di sciopero. "Il governo vuole passare alla storia per l'articolo 18 - spiega la Camusso - ma io spero che non ci riesca. Deve decidere se continuare a essere equilibrato o se invece vuole essere un governo che attacca solo le condizioni dei lavoratori". La leader della CGIL sottolinea che la soluzione per evitare contrasti e trovare un accordo è in definitiva molto semplice, e cioè estendere la possibilità del "reintegro" anche ai licenziamenti economici, perché "l'onere della prova non può essere a carico dei lavoratori", precisando che questo "lo sa anche Bersani". E anche gli elettori del PD.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: