le notizie che fanno testo, dal 2010

Camusso: Fiat non disponibile ad applicare contratto collettivo

L'accordo tra Fiat e Mirafiori è saltato anche perché l'azienda non sarebbe "disponibile" ad applicare il contratto collettivo, spiega il segretario dell CGIL Susanna Camusso, che non si dice preoccupata di una eventuale sfiducia del governo visto che ha "fatto danni al Paese".

La Fiat "ha preso atto che non esistono le condizioni per raggiungere una intesa sul piano di rilancio dello stabilimento di Mirafiori", cioè l'accordo è saltato. Questo perché la Fiat avrebbe avrebbe evitato ogni collegamento con il contratto collettivo tanto che il segretario della CGIL Susanna Camusso crede che "l'azienda non sia disponibile ad applicarlo".
"Questo è un grande interrogativo che riguarda anche la stessa Confindustria, che dovrebbe fare un passo in avanti per ribadirne l'importanza", spiega la Camusso.
Da Pompei, però, dove Susanna Camusso ha partecipato ad una visita agli scavi archeologici e ad un convegno, la leader della CGIL parla anche di ciò che succederà sopo il 14 dicembre, affermando che il sindacato non è minimamente preoccupato di una possibile crisi di governo visto che l'obiettivo rimane sempre quello dell'occupazione.
La CGIL, conclude la Camusso non ha "mai nascosto che questo è un governo che ha fatto danni al Paese - specificando - non ci preoccupa l'eventualità, ormai molto evidente, di una crisi della maggioranza e dell'Esecutivo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: