le notizie che fanno testo, dal 2010

CGIL, Camusso: Maroni ascolti immigrati sulla gru a Brescia

Il nuovo segretario generale della CGIL, Susanna Camusso, ribadisce che la grande manifestazione indetta dalla CGIL per il 27 novembre resta una tappa "fondamentale" e si appella a Maroni affinché ascolti le richieste degli immigrati che protestano su una gru a Brescia.

Ieri il nuovo segretario generale della CGIL, Susanna Camusso, dalla trasmissione di Fabio Fazio "Che tempo che fa" ha sottolineato:
"In un Paese l'incertezza politica è sempre un problema. Ma penso che la certezza politica che abbiamo avuto alle spalle sia stata un grande danno per il Paese perché è stata una certezza politica di attenzione alle questioni private e disattenzione al Paese. Forse allora una certezza che dica 'si cambia' potrebbe essere una prospettiva positiva per il Paese". La Camusso ha poi spiegato che è ancora difficile capire "cosa accadrà nei prossimi giorni" perché "è evidente che è iniziata la fine di una stagione ma può essere una fine lunga e non rapida". Oggi Susanna Camusso ribadisce che la grande manifestazione indetta dalla CGIL per il 27 novembre prossimo "per i giovani e per il lavoro", resta una tappa "fondamentale", spiegando anche che dopo si deciderà per "eventuali nuove mobilitazioni". A margine della conferenza stampa poi ricorda la situazione degli immigrati che stanno protestando da giorni su una gru a Brescia per chiedere la regolarizzazione della loro posizione, e fa un appello al Ministro degli Interni Roberto Maroni affinché ascolti le loro richieste. "Siamo molto preoccupati per quello che sta avvenendo a Brescia - afferma la Camusso - Faccio un appello a Maroni perché faccia di tutto affinchè i migranti sulla gru siano ascoltati", specificando poi che il tutto "deve essere fatto rapidamente, prima che quei lavoratori perdano la fiducia in una risposta positiva del nostro Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: