le notizie che fanno testo, dal 2010

Fabio e Mingo: in conferenza stampa il perché non sono "inviati" di Striscia?

Fabio e Mingo sono stati interrogati 6 ore presso la Procura di Bari in merito all'inchiesta che li vede indagati per simulazione di reato, dopo la sospensione da Striscia la notizia. Presto Fabrio e Mingo convocheranno una conferenza stampa dove forse spiegheranno il perché non sono "inviati" di striscia la notizia ma semplici "attori" che recitano una parte.

Cresce l'attesa per la conferenza stampa che Fabio e Mingo convocheranno per parlare per la prima volta dello scandalo che li ha travolti dopo la sospensione da Striscia la notizia. Nel pomeriggio del 19 maggio Fabio e Mingo (Fabio De Nunzio e Domenico De Pasquale) sono stati interrogati per 6 ore presso la Procura di Bari in merito all'inchiesta che li vede indagati per simulazione di reato. Interrogata anche Corinne Martino, moglie di Mingo, collaboratrice con la "redazione" pugliese di Striscia la notizia. Fabio e Mingo sono accusati, infatti, di aver realizzato "falsi servizi" per il programma Striscia la notizia. Finora Fabio e Mingo non sono mai entrati nel merito della questione, replicando solamente che si sono "sempre prodigati" per rendere al meglio la loro "prestazione di attori nell'ambito dei servizi, prodotti esclusivamente nel rispetto delle precise indicazioni ricevute assecondando, sempre, gli autori del programma nella scelta e nelle modalità di esecuzione dei servizi stessi". In sostanza, con tale dichiarazione, Fabio e Mingo chiariscono che non sono degli "inviati" come Striscia la notizia li ha sempre presentati, perché il Tg satirico (anche se fa servizi apparentemente giornalistici) non è una testata ma un programma di intrattenimento, uno show televisivo. Ed infatti, dalla Puglia dove era per presentare film "Nomi e cognomi" Mingo pochi giorni fa ha ribadito: "Io non sono giornalista, io di mestiere recito". Dalle dichiarazioni di Fabio e Mingo sembra quindi che si voglia sottolineare che il lavoro svolto a Striscia la notizia non dovrebbe essere considerato come giornalistico e, di conseguenza, non esisterebbero "falsi scoop" in quanto i servizi sarebbero stati "sceneggiati". E' probabile che la linea difensiva dei due "attori-inviati" venga definitivamente svelata durante la prossima conferenza stampa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: