le notizie che fanno testo, dal 2010

Gaza, Amnesty a ONU: sia CPI a giudicare crimini di guerra di Israele e Hamas

In una lettera aperta al Consiglio di sicurezza dell'ONU, Amnesty International ha chiesto ai suoi stati membri di agire immediatamente per deferire la situazione in Israele e nei Territori Occupati Palestinesi (Tpo) alla procuratrice della Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aia affinché i responsabili di crimini di guerra e contro l'umanità commessi nel conflitto in corso nella Striscia di Gaza siano portati davanti alla giustizia.

In una lettera aperta al Consiglio di sicurezza dell'ONU, Amnesty International ha chiesto ai suoi stati membri di agire immediatamente per deferire la situazione in Israele e nei Territori Occupati Palestinesi (Tpo) alla procuratrice della Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aia affinché i responsabili di crimini di guerra e contro l'umanità commessi nel conflitto in corso nella Striscia di Gaza siano portati davanti alla giustizia; ha inoltre sollecitato altre azioni quali l'imposizione di un embargo totale sulle armi verso tutte le parti in conflitto. Nella lettera, Amnesty ha inoltre chiesto alle autorità palestinesi e israeliane di esprimersi a favore di un deferimento del Consiglio di sicurezza e altre misure che potrebbero permettere alla Cpi di intervenire e di collaborare con essa. In particolare, le autorità palestinesi dovrebbero sottoporre una dichiarazione di accettazione della giurisdizione della Cpi sui crimini di diritto internazionale commessi dal 1 luglio 2002, quando la Cpi fu istituita. L'Ong specifica che un'indagine della Cpi è essenziale per spezzare la cultura dell'impunità che favorisce i crimini di guerra e contro l'umanità in Israele e nei Tpo, precisando che tale inchiesta si fa ancora più necessaria alla luce delle gravi violazioni del diritto internazionale umanitario commesse da tutte le parti coinvolte nell'attuale conflitto a Gaza e in Israele. Amnesty, che documenta da molti anni crimini di guerra e contro l'umanità da parte delle forze israeliane, di Hamas e dei gruppi armati palestinesi, denuncia infatti che né Israele né le autorità palestinesi hanno assunto iniziative degne di nota per porre fine alle gravi violazioni del diritto internazionale umanitario che costituiscono la norma durante i ciclici conflitti, né hanno portato i responsabili di fronte alla giustizia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: