le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo referendum realizzare obiettivi Cop21, dice Vaccari (PD)

"Guardo con speranza e ottimismo alle parole misurate usate dal premier Renzi, che ha indicato a tutti la prospettiva di un lavoro collegiale sulle rinnovabili e lo sviluppo sostenibile, a cui il nostro Paese sarà chiamato per corrispondere agli impegni sottoscritti alla Cop21 a Parigi", illustra in un comunicato Stefano Vaccari del Partito Democratico.

"In politica come nella vita è basilare il rispetto: per gli avversari - ricorda in una nota il parlamentare del PD Stefano Vaccari -, per i colleghi, per gli iscritti e i dirigenti del tuo partito, per gli elettori. Quando viene a mancare questo, mancano i fondamentali. Le parole scritte dall'onorevole Ernesto Carbone, al di là dell'opportunità di esprimersi prima di Matteo Renzi, hanno mancato di rispetto agli oltre 15,5 milioni di italiani (1 elettore su 3) che hanno scelto di recarsi a votare. E questo basterebbe per doversi scusare. L'aggravante è che tra quei milioni di elettori tanta parte era anche del PD, elettori che hanno votato SÌ (oltre l'80%) e che hanno votato NO (oltre 19%), ma che lo hanno fatto senza avere Renzi e il governo nel mirino, ma convinti delle proprie ragioni sulla partecipazione al voto e sul merito del quesito."
"C'ero anche io tra quelli e chiedo al mio partito e ai suoi vertici lo stesso rispetto che si ostenta con eccesso, in queste ore, verso chi ha scelto legittimamente di non andare a votare. Guardo invece con speranza e ottimismo alle parole misurate usate dal premier Renzi, che ha indicato a tutti la prospettiva di un lavoro collegiale sulle rinnovabili e lo sviluppo sostenibile, a cui il nostro Paese sarà chiamato per corrispondere agli impegni sottoscritti alla Cop21 a Parigi" precisa infine il senatore dem.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: