le notizie che fanno testo, dal 2010

Inchiesta bis Cucchi, Manconi: lo strano caso dei Carabinieri scomparsi

"L'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi comincia a rivelare errori, carenze e sciatterie delle indagini precedentemente svolte. Ciò che emerge nitidamente, tra l'altro, è che due dei cinque Carabinieri che hanno partecipato alle diverse fasi dell'arresto di Cucchi la notte tra il 15 e il 16 ottobre del 2009 sembrano scomparsi", così in un comunicato Manconi, senatore del PD.

"L'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi comincia a rivelare errori, carenze e sciatterie delle indagini precedentemente svolte" denuncia in una nota il senatore PD Luigi Manconi, aggiungendo: "Ma non è tutto. Ciò che emerge nitidamente, tra l'altro, è che due dei cinque Carabinieri che hanno partecipato alle diverse fasi dell'arresto di Cucchi la notte tra il 15 e il 16 ottobre del 2009 sembrano scomparsi."
"I loro profili sfumano - continua poi -, vengono ridimensionati a un ruolo insignificante e via via evaporano. Risultano, così, quattro gravissime omissioni, che finiscono per circondare i due militari di una affettuosa sollecitudine protettiva: 1 ) pur avendo partecipato al fermo, i due carabinieri non firmano il verbale; 2 ) sono gli unici due, tra i tanti coinvolti nell'arresto di Cucchi, a non compilare le notazioni di servizio, richieste dal loro superiore; 3 ) nel corso della lunghissima fase delle indagini, la Procura non li ha mai ascoltati come testi; 4 ) nel corso del dibattimento, tra i 150 testi i due carabinieri in questione brillano per la loro luccicante assenza, nonostante chiamati in causa da più di una persona."
"A cosa si deve questa singolare sequenza di atti e di mancati atti - si domanda quindi Manconi -, che consentono ai due Carabinieri di dileguarsi in silenzio, restare in disparte, svanire nell'ombra?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: