le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Cucchi: lesioni e falsa testimonianza, altri 4 Carabinieri indagati

Nuovi indagati per il caso di Stefano Cucchi, il geometra romano di 32 anni morto il 22 ottobre del 2009 a sei giorni da un arresto per droga. Oltre all'ex vice comandante della stazione di Tor Sapienza vengono indagati altri quattro Carabinieri, tre militari accusati di lesioni aggravate mentre il quarto per falsa testimonianza.

Nuovi indagati per il caso di Stefano Cucchi, il geometra romano di 32 anni morto il 22 ottobre del 2009 a sei giorni da un arresto per droga. I primi di settembre fu iscritto nel registro degli indagati per falsa testimonianza un maresciallo dei Carabinieri. Secondo la Procura di Roma, l'ex vice comandante della stazione di Tor Sapienza non avrebbe detto la verità al processo d'Appello. Ora altri quattro Carabinieri vengono indagati, tre militari accusati di lesioni aggravate mentre il quarto per falsa testimonianza. I tre militari a cui viene contestato il reato di lesioni aggravate parteciparono alla perquisizione in casa del geometra e al suo trasferimento nella caserma Appia, durante il quale Stefano Cucchi potrebbe essere stato picchiato. Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi, però precisa: "Loro ma non solo sono i veri responsabili della morte di Stefano - spiegando - Questa contestazione, che riteniamo essere provvisoria, interromperà la prescrizione". Soddisfatta Ilaria Cucchi, sorella del geometra ucciso, che assicura: "In Procura sanno chi sono i responsabili della morte di mio fratello".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: