le notizie che fanno testo, dal 2010

Sprechi alimentari e farmaceutici, Covello (PD): Mezzogiorno aiuta tante famiglie

"Quest'oggi abbiamo approvato alla Camera in prima lettura la proposta di legge contro lo spreco alimentare. Si tratta di un provvedimento importante di grande impatto culturale e punta ad introdurre una maggiore consapevolezza nel consumo e nella riduzione degli sprechi", riporta in un comunicato Stefania Covello del Partito Democratico.

"Quest'oggi abbiamo approvato alla Camera in prima lettura la proposta di legge contro lo spreco alimentare. Si tratta di un provvedimento importante di grande impatto culturale e punta ad introdurre una maggiore consapevolezza nel consumo e nella riduzione degli sprechi" rivela in una nota la deputata democratica Stefania Covello.
"Gli obiettivi sono il recupero delle eccedenze alimentari e di prodotti farmaceutici da destinare in favore delle persone indigenti. - spiega - Sono previste specifiche disposizioni per il pane e per i derivati dagli impasti di farina prodotti negli impianti di panificazione che non necessitano di condizionamento termico: se invenduti o non somministrati entro le 24 ore successive alla loro produzione, sono da considerarsi eccedenti presso le rivendite di negozi, anche della grande distribuzione, presso i produttori artigianali o industriali, la ristorazione organizzata, inclusi gli agriturismi e la ristorazione collettiva, e pertanto possono essere donati ai soggetti cessionari".
"Viene ampliata la platea dei soggetti autorizzati a effettuare le distribuzioni gratuite e le categorie dei prodotti che possono essere cedute gratuitamente alle persone indigenti. - precisa ancora l'esponente PD - Oltre alle Onlus, divengono soggetti autorizzati alla distribuzione gratuita il complesso degli enti privati costituiti per il perseguimento, senza fini di lucro, di finalità civiche e solidaristiche, che promuovono e realizzano attività di interesse generale".
"E' una sfida importante che soprattutto nel Mezzogiorno può aiutare tante famiglie in difficoltà. Ci auguriamo che al più presto il Senato approvi definitivamente questo provvedimento" conclude la Covello.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: