le notizie che fanno testo, dal 2010

Valls: rischio attacco con armi chimiche. Francia distribuisce antidoto contro gas nervino

Evocando una "nuova guerra" il premier francese Manuel Valls spiega che non si possono escludere da parte dello Stato Islamico anche attacchi con armi chimiche o batteriologiche. Ed infatti le farmacie dell'esercito stanno distribuendo ai servizi di protezione civile e ai militari un antidoto contro i gas nervini, come il Sarin, il Tabun e il Soman.

Evocando una "nuova guerra" e sottolineando l' "immaginazione macabra" dei "giovani radicalizzati" Manuel Valls ha chiesto di non "escludere niente" tra i possibili tipi di attacchi. "Ci può essere anche il rischio di armi chimiche o batteriologiche" afferma quindi il premier francese, alzando ulteriormente la tensione in Francia e nel resto dell'Europa. Anche a Roma il prefetto Franco Gabrielli ha specificato, infatti, che "non esiste rischio zero", annunciando una no fly zone per tutto il periodo del Giubileo e l'abbattimento dei droni. Anche se "la prima arma di questa nuova guerra è il terrore" come precisa Valls, con un decreto già sabato scorso la Francia ha ordinato alle farmacie dell'esercito di distribuire ai servizi di protezione civile e ai militari un antidoto alle armi biologiche (i civili possono anche intossicarsi).

Stando alle prime indiscrezioni, è stato infatti autorizzato l'uso di antidoti iniettabili contro la guerra neurotossica. In particolare, starebbe stata distribuita una iniezione di atropina solfato da 40 e 20 mg, un antidoto contro le neurotossine fosforganiche (gas nervini). L'atropina solfato è un antidoto contro l'avvelenamento da esteri organofosforici e carbammati (sindrome colinergica). Furono gli inglesi durante la Seconda Guerra Mondiale a sperimentare il primo organofosfato colinergico chiamato diisopropilfluorofosfato (DFP). Nella famiglia dei organofosfati ci sono invece i gas nervini serie G Sarin, Tabun e Soman. Sempre i britannici produssero all'inizio degli anni Cinquanta il VX, molte volte più potente della serie G. La pericolosità del gas nervino risiede anche nel fatto che di norma è incolore ed inodore, ed estremamente volatile.

In seconda battuta l'entourage del primo ministro francese chiarisce però che non ci sono "nuove informazioni" in merito ad un attacco biologico ma "solo una osservazione realistica" poiché "gli specialisti di Medio Oriente sanno che lo Stato Islamico cerca e usa armi chimiche". Mentre l'Assemblea nazionale stabilisce che il ministro degli Interni francese può bloccare ed oscurare in Francia qualsiasi sito web nel mondo, compresi i social network, Valls ribadisce l'importanza di adottare il testo sul PNR (Passenger Name Record) al fine di "garantire la tracciabilità dei viaggi in aereo, anche all'interno dell'Unione europea".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: