le notizie che fanno testo, dal 2010

Putin: ISIS finanziato da membri del G20. Fanno parte della NATO?

Nel corso del summit ad Antalya il presidente russo Valdimir Putin ha rivelato che lo Stato Islamico è finanziato da 40 Paesi, tra cui alcuni Stati membri del G20. Quali sono quindi questi Paesi? Fanno parte della NATO, dalle cui decisioni dipende l'entrata o meno in guerra dell'Italia?

Nel corso del summit ad Antalya il presidente russo Vladimir Putin ha rivelato che lo Stato Islamico è finanziato da 40 Paesi, tra cui alcuni Stati membri del G20. Durante il vertice, Putin ha infatti illustrato alcuni esempi di finanziamento dell'ISIS, ribadendo l'urgenza di frenare il commercio illegale di petrolio. "Ho mostrato foto scattate da satelliti e da aerei che dimostrano chiaramente l'entità del commercio illegale di petrolio e di prodotti petroliferi" spiega Putin, precisando: "Il corteo di veicoli di rifornimento si estendeva per decine di chilometri tanto che da un'altezza di 4mila - 5mila metri si estendevano a perdita d'occhio". A trafficare con lo Stato Islamico, forse anche nell'acquisto illegale di petrolio, ci sono alcuni dei Paesi industrializzati del G20. Il presidente della Russia infatti chiarisce che il denaro in mano all'ISIS "proviene da 40 Paesi, e tra questi ci sono dei membri del G20". Quali sono quindi questi Paesi, sporchi quindi anche del sangue delle vittime di Parigi? Fanno parte della NATO, dalle cui decisioni dipende l'entrata o meno in guerra dell'Italia?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: