le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, ISIS pubblica nuovo video: decapitazione cristiani etiopi

Lo Stato Islamico ha pubblicato un video che mostra una nuova presunta uccisione di cristiani etiopi. L'uccisione, sia con colpi d'arma da fuoco che attraverso decapitazione, sarebbe avvenuta in Libia. L'autenticità non è confermata, e non è la prima volta che i video dell'ISIS risultano dei fake manipolati in post-produzione.

Lo Stato Islamico ha pubblicato un video che mostra una nuova presunta uccisione di cristiani. Le vittime sarebbero due gruppi di uomini cristiani etiopi, e l'esecuzione sarebbe avvenuta in Libia. La vericidità del video pubblicato dall'ISIS non può essere ancora confermata da fonti indipendenti. Nel video, un gruppo di circa 15 uomini verrebbe ucciso dai miliziani dell'ISIS attraverso dei colpi d'arma da fuoco mentre gli uomini del secondo gruppo verrebbero decapitati. Finora, il governo etiope non ha commentato la notizia. Ismail Shukri, a capo dell'intelligence militare di una milizia dalla città libica di Misurata, ha invece sottolineato che il video rivela che la presenza dello Stato Islamico in Libia sta divenendo una sempre maggiore minaccia, perché rischia di destabilizzare ulteriormente un Paese già fortemente frantumato dopo la morte di Muammar Gheddafi. Shukri ha affermato che infatti "non c'è modo di negoziare con persone che commettono questi atti" definendoli "contro l'Islam e contro l'umanità". Già nel mese di febbraio, lo Stato Islamico aveva pubblicato un video che mostrava 21 cristiani copti egiziani decapitati su una spiaggia nei pressi della capitale libica Tripoli. In realtà, molti analisti indipendenti hanno rivelato che il video è stato "manipolato" in sede di post-produzione. Anche altri video pubblicati su internet dall'ISIS si sono rivelati (anche se mai ufficialmente) dei falsi, come quello che pretende di mostrare il pilota giordano Muath al-Kaseasbeh ardere vivo. Risultati dei fake anche i video della decapitazione di James Foley e dei due prigionieri giapponesi, uccisi "in chroma key".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: