le notizie che fanno testo, dal 2010

ISIS: video dell'inno tradotto anche in italiano. Wikilao: è un atto politico

Lo Stato Islamico ha prodotto anche un inno di battaglia, e nel video sarebbe stato tradotto nei sottotitoli anche in italiano oltre che in inglese. A riportare la notizia il sito Wikilao che spiega che le sue fonti hanno "ottenuto conferma dell'autenticità del materiale, finito all'attenzione di antiterrorismo e intelligence".

Lo Stato Islamico sembra avere una particolare attenzione per l'Italia. A quanto pare, infatti, su internet sarebbe stato diffuso un video con una sorta di inno dell'ISIS con traduzione sottotitolata non solo in inglese ma anche in italiano. A riportare la notizia il sito Wikilao che spiega che il testo del brano intitolato "Presto, presto" è stato "condiviso sui canali web frequentati dagli estremisti islamici" ed "è fortemente intimidatorio". Le fonti di Wikilao riferiscono che ha "ottenuto conferma dell'autenticità del materiale, finito all'attenzione di antiterrorismo e intelligence". A diffondere l'inno dell'ISIS è il Centro Ajnad, una delle case mediatiche dello Stato Islamico insieme all'al-Hayat Media Center, e nel video i suoni ed canti sono accompagnati da "immagini di boia, combattenti e vittime dell'autoproclamato Califfato, rappresentazioni grafiche di palle infuocate e jet in fiamme. E scene di addestramento". Come al solito, lo stile cinematografico dell'ISIS non solo è molto professionale ma anche molto hollywoodiano. Wikilao riporta alcune frasi dell'inno tradotto in italiano: "Presto...presto rimarrete sorpresi, come un fulmine a ciel sereno vedrete le battaglie sorgere sulle vostre terre. - e ancora - Mi hai dichiarato guerra con l'alleanza della miscredenza, goditi dunque la mia punizione; più a lungo persisterai a combattere, più soffrirai". Il brano prosegue poi in un'escalation di minacce. Wikilao commenta che il fatto che a diffondere l'inno tradotto in italiano "sia stato direttamente un outlet mediatico ufficiale" del network jihadista "implica una determinazione politica dei vertici dell'ISIS a monte di queste minacce".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: