le notizie che fanno testo, dal 2010

ISIS come nazisti? Rapiti 230 civili in base ad una lista. Da Hollerith ai social network

Lo Stato Islamico avrebbe usato una o più liste per selezionare le persone rapite nella provincia di Homs, in Siria. Il Syrian Observatory For Human Rights afferma che "fonti affidabili" hanno riferito che lo Stato Islamico ha eseguito i rapimenti in base a "delle liste di nomi". Dalla macchina di Hollerith della IBM ai social network?

Lo Stato Islamico avrebbe usato una o più liste per selezionare le persone rapite nella provincia di Homs, in Siria. L'Osservatorio siriano dei diritti umani con sede a Londra denuncia che "il destino di 230 civili tra sfollati e abitanti della città di al-Qaryatayn rapiti dallo Stato Islamico rimane ancora sconosciuto". Tra le persone rapite dall'ISIS anche decine di cristiani, 45 donne, 19 bambini e 11 famiglie. Il SOHR (Syrian Observatory For Human Rights) afferma che "fonti affidabili" hanno riferito che lo Stato Islamico ha eseguito i rapimenti in base a "delle liste di nomi". I miliziani dello Stato Islamico sembrano agire quindi "metodicamente" come i nazisti del Terzo Reich, quando per effettuare le deportazioni nei campi di concetrameno utilizzarono la macchina di Hollerith, la tecnologia a schede perforate della Dehomag, controllata tedesca della IBM. Su richiesta del governo, fu sempre la IBM l'azienda subappaltatrice che permise, durante la Seconda guerra mondiale, l'internamento dei giapponesi negli Stati Uniti. Oggi la macchina per Hollerith per eccellenza sono i social network che provvedono alla schedatura volontaria ed estrapolata dei cittadini di tutto il mondo. Lo Stato Islamico potrebbe quindi aver utilizzato i database dei più celebri social network per compilare queste liste?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: