le notizie che fanno testo, dal 2010

IS: nuovo video contro Cameron che ha armato i Peshmerga, come l'Italia

Lo Stato Islamico diffose via Twitter, intercettato sempre dal portale SITE di Rita Katz, un nuovo video che vorrebber dimostrare una terza decapitazione, questa volta dell'ostaggio britannico David Cawthorne Haines. Questa volta l'IS se la prende con gli "alleati degli Stati Uniti", in particolare con l'Inghilterra che ha "armato i Peshmerga curdi contro lo Stato islamico", così come però ha fatto anche l'Italia.

I miliziani dello Stato Islamico diffondono un terzo video su internet, intercettato sempre dal portale "SITE" di Rita Katz, che mostrerebbe un'ennesima presunta decapitazione. Dopo il video di James Foley, che esperti hanno dimostrato essere un fake, lo Stato islamico infatti avrebbe mostrato (il condizionale rimane d'obbligo) anche l'uccisione del giornalista americano Steven Sotloff ed ora quella dell'ostaggio britannico David Cawthorne Haines, anche lui come gli altri due scomparso in Siria da circa un anno. Il plot del video che vorrebbe dimostrare la decapitazione di David Cawthorne Haines è identico ai precedenti due: stesso paesaggio lunare (i "complottisti" ipotizzano che in quello stesso luogo sia stato anche girato lo sbarco sulla Luna), stesso abbigliamento (l'ostaggio in tuta acrilica arancione, il boia vestito di nero e fresco di bucato). Anche in quest'ultimo video, David Cawthorne Haines parla come se stesse leggendo un messaggio scritto, con una calma invidiabile sapendo che a breve verrà sgozzato. Al termine del video come da "copione" l'IS minaccia di uccidere un'altro britannico, Alan Henning, non prima di aver avvertito Cameron che la sua alleanza con gli USA trascinerà "il tuo popolo in un'altra sanguinosa guerra impossibile da vincere". Da sottolineare che il boia accusa l'Inghilterra di aver "armato i Peshmerga contro lo Stato islamico", così come ha fatto l'Italia.

Interessante per i video maker sapere che il video "Un messaggio agli alleati dell'America" è stato prodotto dalla al-Furqan Media Foundation IS, ed è stato pubblicato su Twitter il 13 settembre 2014. Incredibile che nessuno riesca ancora ad intercettare il computer da dove vengono inviati questi video diffusi poi sui social network e scoperti sempre da SITE, a meno che che Rita Katz non sia l'unico follower dell'accout ufficiale e segreto dell'IS. Ovviamente, anche in questo caso i terroristi sembrano essere così "sensibili" da non far vedere nessuna decapitazione, anche se il portale SITE precisa che il video da loro pubblicato è stato "modificato".

Immediate ovviamente le reazioni di David Cameron e Barack Obama. "Faremo tutto ciò che è in nostro potere per dare la caccia agli assassini" tuona il premier britannico, aggiungendo: "Non sono musulmani ma mostri". Il presidente americano invece ne approfitta per ribadire: "Gli Stati Uniti sono al fianco dei suoi stretti amici e alleati nel lutto e nella determinazione, e lavoreranno con il Regno Unito e una ampia coalizione di Nazioni (tra cui l'Italia, ndr) per portare i responsabili di questo atto barbaro davanti alla giustizia e per indebolire e distruggere questa minaccia ai popoli dei nostri Paesi, della Regione e del mondo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: