le notizie che fanno testo, dal 2010

Hollande conferma decapitazione ostaggio francese e bombardamenti in Iraq

Il presidente della Francia Francois Hollande ha confermato la morte di Herve Gourdel, la guida alpina di 55 anni rapita domenica scorsa in Algeria da un gruppo affiliato allo Stato Islamico. "Questo vile e cruento assassinio contribuisce a rafforzare la mia determinazione" afferma Francois Hollande a margine dell'Assemblea generale dell'ONU, aggiungendo che le operazioni aeree militari francesi in Iraq continueranno.

Il presidente della Francia Francois Hollande ha confermato la morte di Herve Gourdel, la guida alpina di 55 anni rapita domenica scorsa in Algeria da un gruppo affiliato allo Stato Islamico. Dopo aver minacciato la decapitazione dell'ostaggio in un recente video, questa sera i miliziani dell'autoproclamato Califfato hanno rivendicato l'assassinio di Hervé Gourdel. Il video della decapitazione dell'ostaggio francese è stato pubblicato su internet e come sempre intercettato dal portale SITE, che ricorda come Jund al-Khilafah abbia decapitato Hervé Gourdel dopo la scadenza dell'ultimatum di 24 ore dato a Francois Hollande per fermare gli attacchi aerei contro Stato Islamico (IS). La conferma della morte di Hervé Gourdel è arrivata pochi minuti dopo l'intervento davanti all'Assemblea Nazionale di Manuel Valls, che ha difeso l'impegno militare della Francia in Iraq. "Questo vile e cruento assassinio contribuisce a rafforzare la mia determinazione" afferma invece Francois Hollande a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, aggiungendo che le operazioni aeree militari francesi continueranno. Il video che su Hervé Gourdel è stato postato su siti web jihadisti con il titolo "Messaggio di sangue per il governo francese", ed inizia con le immagini di Francois Hollande scattate durante la conferenza stampa durante la quale ha annunciato la partecipazione della Francia ai bombardamenti contro l'ISIS in Iraq. Subito dopo, le immagini del video si soffermano sull'ostaggio, in ginocchio e con le mani dietro la schiena, circondato da quattro uomini armati e con il volto coperto. Uno degli uomini legge un messaggio in cui denuncia l'intervento di "crociati criminali francesi" contro i musulmani in Algeria, Mali e in Iraq in particolare. Non è chiaro se nel video viene mostrata o meno la decapitazione dell'ostaggio. Stessi dubbi rimangono per i video che vorrebbero dimostrare le esecuzioni di James Foley, Steven Sotloff e David Haines. Almeno uno di questi video, quello sulla presunta decapitazione di James Foley, sarebbe un fake secondo gli esperti di una società internazionale di scienze forensi che lavora per le forze di polizia della Gran Bretagna.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: