le notizie che fanno testo, dal 2010

Attentato Parigi 13 novembre: la profezia di un ex magistrato anti-terrorismo

Suonano come una profezia le parole dette da un ex magistrato anti-terrorismo francese dopo gli attentati a Parigi del 13 novembre 2015. Il 30 settembre scorso, intervistato da Paris Match, l'ex magistrato anti-terrorismo Marc Trevidic avvertiva la Francia: "I giorni più bui sono avanti a noi. La vera guerra che lo Stato Islamico intende portare sul nostro territorio non è ancora iniziata".

Suonano come una profezia le parole dette da un ex magistrato anti-terrorismo francese, dopo quanto avvenuto nella sera del 13 novembre a Parigi dove diversi attentatori suicidi hanno eseguito vari attentati in diverse zone della capitale della Francia, causando almeno 128 morti. Il 30 settembre scorso, intervistato da Paris Match, l'ex magistrato anti-terrorismo Marc Trevidic avvertiva che "gli uomini dello Stato Islamico hanno l'ambizione e i mezzi per raggiungere" la Francia ed organizzare "azioni su scala incomparabili a quelle condotte finora". Trevidic chiarisce inoltre: "Lo dico come tecnico: i giorni più bui sono avanti a noi. La vera guerra che lo Stato Islamico intende portare sul nostro territorio non è ancora iniziata". L'ex magistrato antiterrorismo spiega infine: "La Francia è infatti di fronte ad una doppia minaccia: quella di una jihad individuale (lupi solitari, ndr) con poca formazione e preparazione e quella che vede l'ISIS preparare azioni come quelle condotte in passato da al-Qaeda (leggi 11 settembre 2001), che hanno a volte portato ad una carneficina spaventosa".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: