le notizie che fanno testo, dal 2010

Texas, esplode fabbrica fertilizzanti. Si teme nube tossica ammoniaca

Esplode una fabbrica di fertilizzanti a West, in Texas, causando almeno 15 morti accertati ma centinaia di feriti. L'esplosione è stata paragonata allo scoppio di una "bomba atomica" ed ora si teme il diffondersi della nube tossica, che potrebbe raggiungere anche la città di Dallas. L'esplosione avviene a due giorni dall'esplosione di Waco che dall'attentato di Oklahoma City.

"Sembrava una bomba atomica" raccontano i testimoni che hanno assistito alla devastante esplosione di una fabbrica di fertilizzanti nella piccola città di West, in Texas, che dista però 30 chilometri da Waco (città ricordata tristemente per il massacro del 19 aprile 1993 quando 71 membri di una setta morirono a causa di una esplosione, avvenuta dopo che fattoria dove gli adepti vivevano fu assediata per 51 giorni dalla FBI) e 80 chilometri da Dallas. L'esplosione della fabbrica di fertilizzanti ha causato finora almeno 15 morti accertati (anche se il numero sembra destinato purtroppo a salire), centinaia di feriti e la distruzione di molte case e complessi abitativi, tra cui una scuola media ed una casa di cura. Sono ancora tanti i dispersi. Si teme, inoltre, che una nube tossica possa spingersi oltre la cittadina di West, arrivando fino a Dallas. Per comprendere la forza dell'esplosione, è sufficiente pensare che lo scoppio della fabbrica ha causato un terremoto di magnitudo 2.1, come rivela la USGS. Il sindaco di West, Tommy Muska, ha sottolineato come l'incidente, avvenuto alle 19:50 (ora locale), è la "cosa più devastante che sia mai successa a questa comunità", aggiungendo: "Abbiamo bisogno delle vostre preghiere". "C'è tanta gente che sta male. - contina il sindaco - E c'è tanta gente che sono sicuro che non sarà qui domani". "Ho visto case che bruciavano, devastate, in preda alle fiamme e completamente rase al suolo", racconta un agente della polizia di Waco, William Patrick Swanton. L'esplosione, infatti, ha colpito una zona compresa in un raggio di 5 chilometri.

"Rimane solo devastazione. Non ho mai visto nulla di simile - ammette lo sceriffo alla Reuters - Sembra di essere in una zona di guerra". Oltre che per i feriti causati dall'esplosione, magari rimasti intrappolati nelle proprie abitazioni andate distrutte, comincia a salire la preoccupazione per i fumi tossici, tra cui l'anidride ammoniacale, che oltre a causare irritazione e problemi alla respirazione se a contatto con l'acqua può portare a gravi ustioni. Una parte della città è già stata fatta evacuare, mentre l'intera zona è monitorata, con le autorità pronte a far abbandonare le aree a rischio. Per il momento, le indagini sull'esplosione della fabbrica di fertilizzanti farebbero pensare solamente ad incidente industriale, ma sarà l'ATF (Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives) ad investigare. Il disastro è paragonabile alla distruzione causata dalla bomba che ha devastato l'edificio federale Alfred P. Murrah a Oklahoma City, scoppiata il 19 aprile del 1995 dove morirono 168 persone. L'attentatore, Timothy McVeigh, che utilizzò per l'attacco un esplosivo fatto in casa con del fertilizzante, fece visita alle ceneri della comunità di Waco. Interessante notare come l'esplosione della fabbrica di fertilizzanti a West sia avvenuta a due giorni sia dall'anniversario dell'esplosione di Waco che dall'attentato di Oklahoma City.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: