le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni metà mandato: ko democratici. USA non perdona "annuncite" di Obama

Le elezioni di metà mandato negli stati Uniti sono state vinte dai repubblicani, che così, dopo la Camera, conquistano anche il controllo del Senato. Gli statunitensi non hanno perdonato a Barack Obama le tante promesse fatte prima e durante il mandato, ma non mantenute. Una sorta di "annuncite" stelle e strisce.

Barack Obama piace sempre meno agli Stati Uniti d'America. I repubblicani stravincono infatti le elezioni di metà mandato e conquistano, dopo la Camera, anche il controllo del Senato. Anche se la sconfitta dei democratici era annunciata, forse alla Casa Bianca non si aspettavano però una perdita così netta. Ai repubblicani, infatti, per ottenere la maggioranza alla Camera Alta, bastava strappare ai democratici sei seggi, ma alla fine quelli conquistati sono 52, uno in più del necessario. Il leader dei democratici in Senato, Harry Reid, cerca di indorare la pillola, spiegando che gli elettori con queste elezioni "hanno inviato un messaggio chiaro: democratici e repubblicani devono lavorare insieme". Altri pensano invece che semplicemente gli statunitensi non hanno perdonato a Barack Obama le tante promesse fatte prima e durante il mandato, ma non mantenute. Una sorta di "annuncite" stelle e strisce.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: