le notizie che fanno testo, dal 2010

Ora solare 2012 Italia: quando si cambia dall'ora legale e perché

Qual è la differenza tra ora solare e ora legale, e perché bisogna spostare ogni sei mesi le lancette dell'orologio? L'ora solare 2012 in Italia sta per scattare, ma quando il momento si avvina si riaccendono polemiche e discussioni.

Una vignetta di qualche anno fa di Forattini su La Repubblica ironizzava sul fatto che ormai in Italia, di legale c'è rimasta solo l'ora. Una battuta che, nonostante il tempo passato, non appare mai invecchiare. E in questo periodo, il Bel Paese deve abbandonare anche questa certezza, visto che il ritorno dell'ora solare è ormai alle porte. Ma quando scatta l'ora solare 2012 in Italia? Si passerà dall'ora legale, entrata il 25 marzo 2012 quando le lancette sono state spostate un'ora indietro, all'ora solare esattamente domenica 28 ottobre 2012, quando (di prassi) alle ore 03:00 si porterà indietro l'orologio fino alle ore 2:00. In altre parole, domenica mattina si potrà dormire un'ora in più. Ma perché si passa dall'ora legale all'ora solare e viceversa? L'idea principale è quella di risparmiare energia (elettrica), tanto che l'ora legale (che nel periodo estivo prolunga la luce solare nel tardo pomeriggio a discapito della mattina) è stata introdotta per la prima volta nel 1916 a Londra durante la Prima guerra mondiale, anche se allora prese il nome di "British Summer Time", come ricorda anche Wikipedia. Questo cambio tra ora solare e ora legale porterebbe, in soldoni, a milioni di euro risparmiati. Ma non tutti sono d'accordo a cambiare, ogni sei mesi, le lancette dell'orologio. L'ex presidente russo Dmitrij Medvedev, attuale primo ministro della Russia, ha un anno fa abolito l'ora legale, per tutelare la salute dei russi poiché il passaggio dall'ora solare destabilizzarebbe il ritmo biologico dell'uomo, ma anche degli animali. In Italia, invece, il Codacons chiede, al contrario di abolire l'ora solare, poiché in tal modo si andrebbe a recuperare l'ora di luce anche in inverno e non ci sarebbero danni economici riguardo i continui aggiornamenti dei sistemi informatici ma anche degli orari dei treni, dei termostati temporizzati, dei dvd, delle agende elettroniche, delle radiosveglie, delle orologi nelle auto, e così via. Insomma, la differenza tra ora legale e ora solare sta nel fatto di avere, rispettivamente, un'ora in più di luce la sera o la mattina, ma dietro le lancette dell'orologio meccanismi economici e biologici ben più complessi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: