le notizie che fanno testo, dal 2010

Ora legale: tra jet lag e lancette. Ma ne vale la pena?

L'ora legale è come ogni anno una "seccatura" che incomincia però a segnare il passo, sia dal punto di vista di "resa" economica sia per lo stress che inevitabilmente produce ai cittadini (e agli animali) del terzo millennio. Tanto che la Russia dice basta, e punta sull'ora solare.

Torna come ogni anno l'ora legale, ovvero un'ora in avanti per le lancette degli orologi e un'ora in meno di sonno. In cambio c'è un'ora di luce in più che segna, per tantissimi italiani, ormai pensionati, l'arrivo della primavera-estate, celebrata con le seggiole nei cortili e le chiacchierate pettegole sui giovani precari, che combattono per la sopravvivenza. E per pagare le pensioni. Come ad ogni "cambio d'ora" si sprecano le analisi "elettriche" e "mediche". Dal punto di vista "elettro-economico" il risparmio di quell'ora di luce in più significherà circa 85 milioni di euro, ovvero bruscolini, se pensiamo che, evitando l'Election Day (che accorpava le amministrative ed i referendum contro il nucleare e per proteggere l'acqua pubblica) il Governo ne ha sprecati circa 400, di milioni di euro. Per quanto riguarda il lato "medico" la gente è invitata per la notte "fatidica" e per i primi giorni del "cambiamento" di orario a non consumare alcolici, ad avere una dieta leggera. Molti hanno già scritto che, secondo varie ricerche scientifiche, il cambiamento di orario legale-solare e solare-legale porterebbe a fenomeni di tipo "jet lag".
Insomma, con l'ora legale ritornano le stesse notizie che potrebbero, in controluce, collimare perfettamente con i sintomi, economici e "di salute" degli altri "cambi d'ora" degli anni passati. Forse anche per questo Dmitri Medvedev ha fatto sapere che questa "ora legale" in Russia, dopo 30 anni dall'adozione, sarà l'ultima. L'ora legale infatti, ha sintetizzato Medvedev non ha quei benefici di risparmio energetico che valgono lo stress dei cittadini, degli animali e di tutto il lavoro "informatico" per cambiare tutti gli orologi. E forse ha proprio ragione lui.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: