le notizie che fanno testo, dal 2010

Siria: padre Paolo Dall'Oglio sarebbe vivo in un carcere di Aleppo

L'Osservtorio siriano per i Diritti umani rivelerebbe che padre Paolo Dall'Oglio, scomparso il 29 luglio luglio 2013 in Siria, sarebbe ancora vivo, trattenuto in un carcere nella provincia di Aleppo. Il gesuita sarebbe al centro di "complesse trattative per il suo rilascio".

L'Osservtorio siriano per i Diritti umani rivelerebbe che padre Paolo Dall'Oglio, scomparso il 29 luglio luglio 2013 a Raqqah, roccaforte del "califfato" dello Stato Islamico nella Siria settentrionale, sarebbe ancora vivo. Stando alle ricostruzioni fatte dall'Osservatorio, padre Dall'Oglio si troverebbe in un carcere nella provincia di Aleppo, in Siria. Il gesuita sarebbe al centro di "complesse trattative per il suo rilascio", spiega Osservtorio siriano per i Diritti umani, precisando che proprio a causa delle difficoltà i negoziati sulla liberazione di padre Dall'Oglio "si interrompono e poi riprendono" periodicamente. L'Osservatorio siriano precisa invece di non avere notizie delle due italiane scomparse in Siria il 31 luglio 2014, le cooperanti lombarde Vanessa Marzullo e Greta Ramelli.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: