le notizie che fanno testo, dal 2010

Siria, Russia avverte Israele e USA: se attaccate Assad, io lo so

Israele effettua questa mattina un test missilistico, congiunto con gli Stati Uniti, nella zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali, dove si trova la Siria. Ma se il lancio di due missili è stato "un avvertimento" per la Siria, dall'altra parte anche la Russia ha avvisato Israele e USA, facendo intendere alle due superpotenze che l'alleato siriano sarà informato su qualsiasi attacco praticamente nello stesso istante in cui partirà.

Se l'azione di Israele è stato un atto di forza, il comunicato della Russia lo è forse molto di più. Questa mattina, Israele ha effettuato un test missilistico nella zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali, dove si trova la Siria. A darne notizia, però, il ministero della Difesa russo, che ha reso noto, praticamente in tempo reale, che i suoi radar ad Armavir avevano registrato il lancio di due "oggetti balistici". Inizialmente, alcune fonti israeliane avevano negato il lancio, salvo poi ammettere che si era trattata di un "esercitazione", ma congiunta con gli Stati Uniti. Mordechai Kedar, in passato nelle Forze di Difesa Israeliane (Israel Defense Forces), ha ipotizzato che il test missilistico è stato probabilmente eseguito "per avvertire i siriani che ormai tutti sanno quello che la Siria sta facendo, e che il regime potrebbe pagare un prezzo molto alto" per l'attacco con armi chimiche avvenuto a Ghouta. Ma se il lancio di due missili è stato "un avvertimento" per la Siria, dall'altra parte anche la Russia ha avvisato Israele e USA, facendo intendere alle due superpotenze che l'alleato siriano sarà informato su qualsiasi attacco praticamente nello stesso istante in cui partirà.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: