le notizie che fanno testo, dal 2010

Siria, ONU: raid opposizione su Aleppo è crimine di guerra. Russia: Occidente complice di al-Nusra

L'ONU denuncia gli attacchi dell'oppozione siriana ad ovest Aleppo che hanno ucciso decine di civili, compresi bambini. Staffan de Mistura ricorda quindi a chi sostiene questi gruppi che tali raid costituiscono un crimine di guerra. La Russia afferma quindi che l'Occidente è complice dei terroristi di al-Nusra.

Mentre i media mainstream si concentrano soprattutto nel denunciare gli orrori dei bombardamenti russi e dello Stato Islamico, domenica l'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria Staffan de Mistura si è detto "atterrito e sconvolto per l'elevato numero di razzi lanciati indiscriminatamente dai gruppi armati di opposizione", che hanno ucciso decine di civili, compresi bambini, ad ovest Aleppo nelle ultime 48 ore.

L'inviato ONU ricorda quindi a chi sostiene tali gruppi che "nulla può giustificare attacchi sproporzionati e indiscriminati, nonché l'uso di armi pesanti in aree civili" precisando che ciò potrebbe "costituire un crimine di guerra".

E a sostenere i gruppi di opposizione al governo di Bashar al-Assad è l'Occidente. Ecco perché oggi il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha chiarito che se l'Occidente (leggi Stati Uniti) non riuscirà ad "esercitare pressioni sui gruppi di opposizione in Siria costringendoli a separarsi dal Fronte al-Nusra" li renderà "complici dei terroristi".

Lavrov ha poi sostenuto che "da febbraio a settembre, i gruppi di opposizione che dovrebbero essere sotto il controllo degli Stati Uniti hanno violato 2.031 il cessate il fuoco, causando la morte di 3.532 militari e 12.800 civili".

Inoltre, Lavrov ricorda gli Stati Uniti non sono ancora riusciti a mantenere il loro impegno di febbraio, che consisteva del separare al-Nusra dall'opposizione "moderata", dichiarando che ciò ha contribuito a minare gli sforzi congiunti per ristabilire la pace in Siria.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: