le notizie che fanno testo, dal 2010

Dalla Libia alla Siria la guerra segreta che travalica i Parlamenti e viola sovranità

La BBC pubblica foto e video che svelano come i soldati inglesi stiano combattendo in Siria nonostante il Parlamento non abbia mai approvato l'invio di truppe di terra. L'utilizzo delle forze speciali da parte dei governi è il nuovo modo di condurre delle "guerre segrete", e lo può fare anche l'Italia.

Nella giornata di ieri la BBC pubblica alcune foto e un video che dimostrano che i soldati britannici delle forze speciali stanno operando in Siria, in gran segreto. Anche se il Ministero della Difesa inglese ha rifiutato di commentare le fotografie, un portavoce del New Syrian Army ha confermato che le forze speciali britanniche gli stanno fornendo oltre ad un addestramento anche armi ed altre attrezzature.

Da sottolineare che il Parlamento britannico ha approvato una campagna aerea contro lo Stato Islamico in Siria, ma non l'invio di truppe di terra. Il governo inglese sostiene però che le forze speciali possono essere distribuite ovunque possa arrivare una minaccia per il Regno Unito.

Un "escamotage" che intenderebbe adottare (o forse ha già adottato) anche l'Italia per iniziare la sua guerra segreta in Libia al fianco delle truppe francesi, americane e britanniche grazie all'approvazione di un emendamento al dl missioni che riguarda l'utilizzo delle forze speciali da parte dei servizi di intelligence. Emendamento che permette, come per gli inglesi, non solo di travalicare le scelte del Parlamento ma anche di non informarlo nel caso il governo Renzi decida di spedire i suoi 007 in Libia (o chissà dove).

A differenza della Libia però in Siria il governo di Bashar al-Assad non ha mai richiesto l'intervento dell'esercito britannico nella lotta contro l'ISIS. La presenza delle truppe britanniche in Siria rappresenta quindi una violazione della sovranità siriana, visto che solo la Russia ha avuto il permesso di operare sul territorio. Violazione che continua a commettere anche gli Stati Uniti le cui forze speciali hanno infatti stabilito una base nel deserto siriano tra Raqqa e il confine iracheno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: