le notizie che fanno testo, dal 2010

Simona Ventura querela Fabrizio Corona per diffamazione

A novembre Fabrizio Corona dovrà difendersi da una ennesima accusa, visto che Simona Ventura lo ha querelato per diffamazione. Al centro del procedimento una lettera aperta di Corona indirizzata alla Ventura e pubblicata ad agosto sul settimanale "Chi" diretto da Alfonso Signorini, citato per per omesso controllo in qualità di direttore responsabile.

Sabato prossimo il famoso programma di cronaca giudiziaria "Un giorno in Pretura" trasmetterà la seconda parte del processo che ha visto Fabrizio Corona sul banco degli imputati per la vicenda di Lapo Elkann.
Ma il prossimo 8 novembre Corona dovrà difendersi da una ennesima accusa, visto che Simona Ventura lo ha querelato per diffamazione.
Al centro del procedimento una lettera aperta di Corona indirizzata alla Ventura e pubblicata ad agosto sul settimanale "Chi" diretto da Alfonso Signorini, citato per per omesso controllo in qualità di direttore responsabile.
La lettera veniva pubblicata "due settimane dopo la lite con la Ventura a Porto Cervo", come scriveva il settimanale, ma Simona Ventura l'ha ritenuta "subdola e minacciosa anche nei toni" e che poteva indurre il lettore a pensare "le peggiori cose possibili".
Nella lettera in questione, che riportiamo per solo dovere di cronaca, Fabrizio Corona scriveva: "Quanti pranzi e quante cene abbiamo condiviso in dodici anni di frequentazione che entrambi abbiamo avuto con Lele Mora? Potrei scrivere un libro sulla Simona segreta e tu lo sai bene, molto bene. E anche Lele potrebbe farlo".
Per Simona Ventura la lettera è lesiva perché nonostante lei sia una "professionista che cerca di fare al meglio il proprio lavoro" questo "si basa soprattutto sul reciproco rispetto che si è creato con chi la segue da anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: