le notizie che fanno testo, dal 2010

Simona Ventura: mio ritardo cronico mi salvò dalla strage di Bologna

Simona Ventura rivela, dopo tanti anni, che quel terribile 2 agosto del 1980, nell'orario in cui è esplosa la bomba, doveva arrivare in treno alla stazione di Bologna.

"Dovevo essere alla stazione di Bologna, proprio nell'istante in cui esplodeva la bomba che il 2 agosto 1980 uccise 85 innocenti". A rivelarlo è Simona Ventura, in un'intervista su "A", il magazine diretto da Maria Latella, che racconta di come quindi di essere "viva per miracolo".
Simona Ventura racconta di come "quel giorno ha perso il treno - spiegando - Da un paesino dell'Appennino dovevo arrivare a Bologna esattamente all'ora dell'attentato. Volevo andare al mercato della Montagnola, che è lì, appena dietro la stazione".
A cambiare il destino di Simona Ventura il fatto di essere, da sempre, una "ritardataria cronica", aggiungendo: "Per una volta quella cattiva abitudine mi ha salvato la vita.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/06/2012

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Simona Ventura: mio ritardo cronico mi salvò dalla strage di Bologna
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI