le notizie che fanno testo, dal 2010

Svolta morte Simona Riso, Procura Roma: precipitata da tetto. Spinta o suicidio?

La Procura di Roma sembra tornare ad ipotizzare che Simona Riso, trovata morta nel cortile del palazzo dove abitava, quartiere San Giovanni a Roma, possa essere caduta da un terrazzo. Rimane da chiarire se si tratta di suicidio o se qualcuno ha spinto la giovane 28enne di origini calabresi.

La Procura di Roma, che indaga per omicidio volontario, sembra aver cambiato orientamento per quanto riguarda la morte di Simona Riso, la giovane 28enne di origini calabresi trovata agonizzante nel cortile del palazzo dove abitava, in via Urbisaglia a Roma , quartiere San Giovanni. Simona Riso, come ogni mattina, era stata svegliata dalla madre poco prima delle 5:00 del mattino, poiché un paio d'ore dopo la ragazza doveva presentarsi all'hotel dove lavorava, all'Eur. Alle 7:00 del mattino, però, è stata trovata nel cortile del palazzo dove viveva, al pian terreno. In un primo momento, gli inquirenti hanno ipotizzato al suicidio, tesi immediatamente respinta dai familiari, convinti che Simona Riso sia stata invece uccisa perché l'autopsia avrebbe riscontrato diverse fratture sul corpo della ragazza che non sarebbero compatibili con una caduta dal terrazzo. Per la famiglia, infatti, Simona Riso sarebbe stata massacrata da calci e pugni, e precisano che i problemi di anoressia, che l'avevano portata in passato ad una forma di depressione, erano ormai risolti. "E' probabile che sia stata portata sul cortile del retro dal suo assassino. Era qualcuno che conosceva, per questo non ha avuto il tempo di difendersi. E forse l'aspettava sul pianerottolo, l'ha scaraventata per le scale, ha infierito su di lei" spiega l'avvocato Sebastiano Russo, che assiste la famiglia. Alle ore 7:00 di mercoledì scorso, alcuni inquilini del palazzo vedono il corpo di Simona Riso, ed un quarto d'ora dopo la ragazza è al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni, dove morirà poche ore più tardi. Sull'ambulanza, Simona Riso avrebbe detto di essere stata violentata, ma l'autopsia lo esclude. Mentre gli investigatori acquisicono le telecamere della zona, per cercare di capire se all'alba di mercoledì è entrato qualche estraneo nella palazzina di via Urbisaglia, la Procura di Roma pare tornare a pensare che Simona Riso possa essere precipitata dal terrazzo, anche se non escludono che qualcuno potrebbe averla spinta. Sembra infatti che alcuni graffi presenti sul corpo della 28enne siano compatibili con un impatto con gli arbusti del cortile.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: